F1, Rosberg il ‘secchione’: “i miei studi di filosofia mi hanno aiutato a gestire lo stress”

SportFair

In un periodo di forte stress come quello che ha chiuso la scorsa stagione, Rosberg ha svelato di aver tratto beneficio dai suoi studi di filosofia

Per il mondo delle corse non c’è più spazio nella sua vita, Nico Rosberg adesso si gode la pensione dorata dopo aver messo in tasca il primo titolo della sua carriera.

Nico Rosberg da' le sue dimissioni al Gala FIA di ViennaNiente più pressioni, solo relax e divertimento per il campione tedesco, riuscito grazie ai suoi studi di filosofia a gestire la pressione del finale di stagione e a godersi adesso al massimo la pensione. “Credo sia lo stesso per gli attori, per i cantanti ed anche per i politici” ha sottolineato Rosberg durante un intervento al World Economic Forum di Davos. “Credo che sia una sfida, perché quando si sale su un piedistallo, e si è osservati da tante persone in tutto il mondo, a volte può diventare tutto più difficile, più complicato. Forse è per questo che capita di vedere cantanti o attori andare un po’ fuori dai binari. Non credo ci sia una formula per affrontare queste situazioni, ognuno ha la sua strada. Io ho lottato, trovando un mio equilibrio, e gli studi di filosofia mi sono serviti. 

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

E’ stato un enorme vantaggio sapere che ogni piccolo problema, ogni momento di sofferenza o anche ogni dubbio che ho avuto, è stato già vissuto in passato da altre persone. Nessuno ha trovato una soluzione, ma l’indicazione è quella di imparare a porsi delle domande: perché sono geloso, perché sono io ora arrabbiato, perché ho paura, perché sono nervoso. Non si possono annullare queste emozioni, ma è possibile cambiare il modo di agire una volta che le viviamo, capendo cosa le determinano, e partendo da questo punto gestire al meglio le situazioni. E’ incredibile il beneficio che può averne la vita“.

Condividi