LaPresse/EFE

A causa dei danni riportati dalla sua vettura nel corso della quarta tappa, Carlos Sainz è costretto a ritirarsi dalla Dakar 2017

Non c’è pace per la Dakar 2017 che, tra infortuni e ritiri, sta perdendo uno a uno i protagonisti più attesi. Dopo i forfait di Nasser Al-Attiyah nelle auto e del campione uscente Toby Price nelle moto, un altro favorito per la vittoria deve alzare bandiera bianca.

LaPresse/EFE
LaPresse/EFE

Si tratta di Carlos Sainz. Lo spagnolo che ha gettato la spugna nella notte, dopo le disavventure vissute nel corso della quarta tappa che si è conclusa in Bolivia. Dopo avere cappottato a cinque chilometri dall’arrivo, infatti, l’equipaggio composto da Sainz e dal co-pilota Cruz è riuscito a raggiungere il bivacco ma da una valutazione degli interventi meccanici indispensabili per rimettere la vettura in condizioni di riprendere la gara, è emerso che la quantità di lavori necessari non poteva essere effettuata nei tempi consentiti. Sainz dunque non potrà continuare a prendere parte alla Dakar, abbandonando la competizione in seconda posizione: “ovviamente sono profondamente deluso per questo ritiro – commenta Sainz – avevamo un ottimo ritmo, sin dall’inizio del rally al volante della Peugeot 3008Dkr che rappresenta un grosso passo avanti rispetto alla vettura dell’anno scorso. Mi dispiace molto non potere concretizzare di più il potenziale della vettura“.