Grande prova degli azzurri nel meeting svizzero di Magglingen, ecco tutti i risultati conquistati dagli atleti italiani

Sabato sprint per l’atletica italiana sotto il tetto. Dopo il doppio lampo del 18enne Filippo Tortu (Fiamme Gialle), per due volte al record italiano junior dei 60 metri indoor con 6.67 e 6.64, dal meeting svizzero di Magglingen sono arrivate altre due belle vittorie. A segno l’ostacolista Hassane Fofana (Fiamme Oro) con 7.80 sui 60hs e Mario Lambrughi (Atl. Riccardi Milano 1946) che con 46.68 centra il primato personale, il secondo crono europeo dell’anno e la migliore performance italiana delle ultime otto stagioni.

Non è da meno la 23enne figlia d’arte Anna Bongiorni (suo padre Giovanni ha fatto parte del quartetto record della 4×400 azzurra). Sul rettilineo di Ancona, la pisana dei Carabinieri si migliora per due volte: 7.41 in batteria e 7.32 in finale. Un crono quest’ultimo che la proietta in vetta alle liste nazionali 2017 e ne fa la settima azzurra di tutti i tempi. Sulla stessa pista doppio 6.72 nei 60 metri di Jacques Riparelli (Aeronautica), mentre la staffettista azzurra Maria Enrica Spacca (Carabinieri) ottiene la leadership italiana stagionale dei 400 metri con 53.84. Da segnalare anche il successo del ventenne Yassin Bouih (Fiamme Gialle) che al meeting di Vienna mette in fila tutti sui 1500 in 3:42.78, un crono migliore anche del suo attuale primato all’aperto su questa stessa distanza. Per finire i lanci con la bella sfida nel getto del peso al Trofeo Carla Sport, disputato presso l’impianto coperto di Schio (VI). Il romano Daniele Secci (Fiamme Gialle) spedisce la palla di ferro a 19,04, stessa misura del compagno di allenamento Sebastiano Bianchetti (Fiamme Oro).