LaPresse/Massimo Paolone

Intervistato ai microfoni di Sky Sport, Roberto Donadoni non si sbottona sul fronte mercato, parlando solo di Biabiany

Il Milan sta facendo molto bene, ma avrei preferito giocare prima anche se non serve a nulla dirlo“. Roberto Donadoni dovra’ aspettare per sfidare con il suo Bologna il Diavolo. La partita e’ stata rinviata all’8 febbraio a causa della Supercoppa italiana che i rossoneri hanno vinto a Doha lo scorso 23 dicembre, battendo ai rigori la Juventus.

LaPresse/Massimo Paolone
LaPresse/Massimo Paolone

Un ottimo risultato, vincere contro una squadra come la Juve e’ estremamente importante e positivo“, dice ai microfoni di Sky Sport 24 l’ex esterno del Milan che alla ripresa del campionato dovra’ vedersela proprio contro i bianconeri di Massimiliano Allegri. “Sapremo solo quando sara’ il momento come reagira’ la Juve alla sconfitta in Supercoppa. Noi dobbiamo prepararci al meglio per affrontare la migliore squadra italiana degli ultimi anni, loro sono qualitativamente al top in Italia e in Europa, ma noi avremo grandi stimoli e voglia di far bene per dimostrare il nostro valore“. Il campionato riprendera’ con il mercato in fermento. “In questi giorni si fa molta propaganda, a gennaio ci sono sorprese o novita’ che si concretizzano negli ultimi giorni, avremo il tempo di valutare e poi fare le scelte per noi fattibili, per me e’ fondamentale che ci sia l’entusiasmo giusto. Chiedere giocatori che costano 10-15 milioni e’ semplice, poi bisogna vedere se le cose sono fattibili o meno, dobbiamo essere bravi a capire se il tassello che viene inserito puo’ essere importante per noi“.

LaPresse/Spada
LaPresse/Spada

Si parla molto di Cerci e Biabiany, sul secondo Donadoni si sofferma con piacere. “E’ un ragazzo che conosco bene – dice il tecnico del Bologna che ha allenato l’interista ai tempi del Parma -, ma adesso e’ in una realta’ che, anche dal punto di vista economico, e’ fuori dai budget del Bologna, pero’ penso che possa anche avere la volonta’ di riscattarsi e di far vedere il suo valore. Bisogna riuscire a mettere insieme le cose, gli interessi dei giocatori e delle due societa’ non e’ mai semplice“. Si parla anche del talento dell’Ascoli Orsolini. “Sono tutte opportunita’ e io e le altre persone preposte seguiremo quello che c’e’ da seguire. Il campionato di Serie B puo’ dare opportunita’ e prospettive, ma parliamo di giocatori che sono di categorie inferiori e possono dare un aiuto relativo, mentre noi abbiamo bisogno di qualcosa di certo, ma come ho detto l’importante e’ che sia gente che abbia voglia di far bene e di raggiungere obiettivi importanti“.

LaPresse/Massimo Paolone
LaPresse/Massimo Paolone

Uno dei rinforzi migliori il Bologna lo ha in casa, visto che aspetta il rientro di Verdi. “Sta portando avanti il suo programma di recupero, dovrebbe rientrare in squadra a meta’ gennaio, spero anche prima, ma ci sono tempi fisiologici da rispettare. Aveva iniziato la stagione in maniera perfetta, ma deve dimostrare maturita’ dando continuita’ alle sue prestazioni“. (ITALPRESS)