LaPresse/Davide Anastasi

In una stagione disastrosa le uniche luci sono Nestorovski e Quaison, deludono invece Diamanti e Hiljemark: promossi e bocciati in casa Palermo

Pochi sorrisi e numerose delusioni, figlie di una stagione iniziata male e finora proseguita peggio. La zona retrocessione è fino a questo momento l’habitat del Palermo che, da agosto ad oggi, ha già cambiato ben tre allenatori. Ballardini e De Zerbi hanno provato senza successo a rialzare una squadra in evidente difficoltà, adesso tocca a Corini provare a rendere felice Zamparini, sempre più convinto ormai di passare la mano dopo anni di gioie e sofferenze. Ecco i promossi e i bocciati in casa Palermo:

LaPresse/Valerio Andreani
LaPresse/Valerio Andreani

Promossi 

Ilija Nestorovski – Unica nota lieta della stagione, l’attaccante macedone ha già convinto tutti, facendo cambiare idea a molti riguardo le proprie qualità. Sette reti finora e una capacità fuori dalla norma di trascinare la squadra. Se il Palermo ha nove punti, gran parte del merito è proprio di Nestorovski.

Robin Quaison –  Gol, giocate e straripanti accelerazioni: c’è tutto questo nel repertorio di questo sorprendente centrocampista svedese. Tre le realizzazioni in questo campionato che lo rendono il giocatore rosanero più prolifico dopo Nestorovski, su di lui punta Corini per abbandonare le secche di una classifica alquanto deficitaria.

LaPresse/Davide Anastasi
LaPresse/Davide Anastasi

Bocciati 

Alessandro Diamanti – Arrivato per innalzare il tasso tecnico della squadra, Alino finora non ha mai brillato, deludendo soprattutto in fase realizzativa. Lo zero nella casella dei gol segnati non fa onore ad un giocatore che ha sempre avuto feeling con la porta avversaria. La rinascita del Palermo passa senza dubbio da quella di Diamanti.

Oscar Hiljemark – Dov’è finito il ‘tuttocampista’ della scorsa stagione? Quindici presenze e pochissimi lampi per lo svedese che, proprio nel momento più difficile, sta facendo sì che la barca rosanero vada alla deriva. C’è bisogno di una svolta imminente, il centrocampo del Palermo non può prescindere da Hiljemark.