LaPresse/Spada

Dall’esplosione di Mertens ai gol di Callejon, passando per il nervosismo di Insigne e la ‘copia’ di Jorginho: ecco promossi e bocciati della prima parte di stagione del Napoli

Promossi e bocciati in casa Napoli – Campionato di vertice sì, ma sicuramente al di sotto delle aspettative. Dopo il testa a testa con la Juventus della scorsa stagione, da Napoli di Maurizio Sarri ci si sarebbe aspettato molto di più. L’addio di Higuain e l’infortunio di Milik hanno sicuramente condizionato questa prima parte di stagione, attenuanti però solamente parziali. Ecco promossi e bocciati di questa prima parte di stagione:

Promossi

Mertens – Imprendibile, devastante, immarcabile. Il folletto belga è senza dubbio uno dei punti di forza della formazione di Maurizio Sarri: assist, giocate e gol (tanti) bellissimi. Il pallonetto nel poker messo a segno contro il Torino è da antologia del calcio.

Callejon – Corsa, assist e presenza a tutto campo hanno sempre caratterizzato il suo bagaglio, se adesso aggiungiamo anche i gol, beh… intoccabile di Maurizio Sarri, prima parte di campionato super per lo spagnolo.

Bocciati

Jorginho – Che fine ha fatto il regista che lo scorso anno faceva ammattire la Serie A con le sue geometrie? Copia sbiadita del calciatore che tanto bene aveva fatto solo una stagione fa, per l’italo-brasiliano la cura Sarri non sembra proprio funzionare.

Insigne – Vedi Jorginho. Con una complicazione in più non da poco: il nervosismo mostrato dal talento napoletano preoccupa e anche tanto. La sensazione è che soffra l’esplosione di Mertens capace di rubargli scena e, molto spesso, anche la maglia da titolare.