LaPresse/PA

Titolo piloti e titolo costruttori in tasca, una stagione da ricordare per la Mercedes capace di dominare in lungo e in largo la stagione: promossi e bocciati in casa Mercedes

Stagione perfetta, senza ombra di dubbio. Domini, vittorie, doppiette e due titoli che incoronano la Mercedes come la migliore scuderia del pianeta. A sottolinearlo sono i risultati ottenuti in questo scintillante 2016 che ha visto il team di Brackley dominare in lungo e in largo grazie al campione del mondo Nico Rosberg e a Lewis Hamilton, capace di vincere ben 10 gare senza però fregiarsi del titolo. Ecco promossi e bocciati in casa Mercedes:

rosbergPromossi 

Nico Rosberg – Tra le note positive di questa stagione non poteva non esserci il campione del mondo in carica, riuscito a centrare il sogno della sua carriera dopo anni difficili all’ombra di Hamilton. La scelta di ritirarsi senza difendere il titolo appena vinto macchia un pochino la lucentezza della sua stagione che rimane, oltre questo, davveo superba.

Lewis Hamilton – Non si può bocciare un pilota che riesce a centrare dieci vittorie in stagione, una in più rispetto al compagno campione del mondo. Lewis ha dimostrato ancora una volta di che pasta è fatto, inanellando al tramonto del Mondiale un filotto di successi straordinario che ha fatto tremare, e non poco, Nico Rosberg.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Bocciato 

Toto Wolff – La pessima gestione della rivalità in pista tra Rosberg e Hamilton rende il team principal della Mercedes l’unico bocciato in casa tedesca. Le parole rivolte ad Hamilton dopo Abu Dhabi (poi prontamente ‘riformulate’) non fanno onore a Wolff, resosi incapace in alcuni frangenti di compiere la scelta giusta per i suoi piloti in pista. Non sarebbe stato meglio lasciarli correre senza pressioni esterne?