LaPresse/Fabio Murru

Buon inizio di stagione per i sardi che, al netto di troppi gol subiti, esprimono un bel calcio e viaggiano verso una salvezza tranquilla: ecco Top e Flop del Cagliari

Top e Flop Cagliari – Inizio di stagione positivo per il Cagliari che staziona più o meno a metà classifica e stacca di una dozzina di punti il gruppo retrocessione. Al netto di troppi gol subiti (42 in 18 partite), gli uomini di Rastelli esprimono sprazzi di bel calcio. Merito dell’attacco affidato a Sau e Borriello imbeccati dalla classe di Farias e di un Joao Pedro da ritrovare dopo l’infortunio.

Promossi

Borriello – Il primo dei Top è Marco Borriello. Il centravanti scuola Milan era arrivato con qualche dubbio, vista l’età e le ultime stagioni da comprimario con le maglie di Carpi e Atalanta, ma ha ribaltato ogni pronostico. Ben 7 gol messi a segno nella prima parte di stagione e il posto da titolare conquistato di diritto. Bomber

Sau – ‘Pattolino’ Sau si è guadagnato un posto di diritto fra i top del cagliari a suon di buone prestazioni. Il centravanti sardo ha messo a segno 4 reti, spesso decisive come contro il Sassuolo, fornendo sempre prestazioni grintose e battagliere. Indomabile

Bocciati

Giannetti – Al contrario dei compagni di reparto, Giannetti non è ancora riuscito ad esprimere al meglio il suo potenziale. Il giovane centravanti fatica a trovare spazio in avanti e nelle poche chance avute fin qui non ha ancora segnato la prima rete in Serie A. Immaturo

Storari – L’altro Flop dell’inizio stagione del Cagliari è Marco Storari. Il portiere ex Milan e Juventus ha deluso le attese. Dopo gli screzi di inizio anno con la tifoseria, l’estremo difensore rossoblù ha spesso messo del suo in merito alle reti subite dal Cagliari, ben 42, un numero troppo alto per dargli la sufficienza. Insicuro