LaPresse/Alessandro Fiocchi

Dai giovanissimi gioiellini Caldara e Gagliardini (senza dimentica Kessie e Petagna) ai flop Paloschi e Pinilla: ecco promossi e bocciati della prima parte di stagione dell’Atalanta

Promossi e bocciati in casa Atalanta – E’ la sorpresa più bella di questa prima parte di stagione, piccola sì ma capace di far tremare le grandi. E di stare in mezzo a loro nelle zone altissime della classifica: un avvio difficile, poi Gian Piero Gasperini ha trovato la quadra giusta. L’Atalanta vola e mette in mostra tutti i suoi gioiellini, ecco promossi e bocciati della prima parte di stagione nerazzurra:

Promossi

Caldara – 20 milioni di euro e futuro alla Juventus. Sì, ma nel 2018. Il difensore classe 1994 è uno dei giovani più interessanti di tutta la serie A: tecnica, qualità, personalità. E un futuro assicurato e già a tinte… bianconere.

Gagliardini – A proposito di talenti… centrocampista classe 1994, che Gasperini ha definito il Pogba bianco. Inutile davvero aggiungere altro. O forse ci sarebbe da dire che Juventus e Inter se lo stanno contendendo milione dopo milione. Talento puro.

Bocciati

Paloschi – E’ stato l’investimento top dell’estate nerazzurra, ma per l’ex attaccante di Milan e Chievo poco campo e tanta, tanta panchina.  A gennaio valigie pronte e addio all’Atalanta quasi certo. Storia di un amore davvero mai nato…

Pinilla – Da un attaccante all’altro, altro addio ormai annunciato. Pinigol ha già salutato l’Atalanta ed i suoi tifosi con un toccante messaggio via Instragram. Nel suo futuro ci sono i messicani del Veracruz…