LaPresse/Alfredo Falcone

Il Presidente della Roma Pallotta punta il dito contro l’ex allenatore giallorosso Rudi Garcia: “avrei dovuto esonerarlo prima”

Roma, Pallotta contro Rudi Garcia – Una bordata sotto l’albero di Natale giallorosso, in casa Roma di torna a parlare dell’ex allenatore Rudi Garcia. Il Presidente James Pallotta non le manda a dire, le sue parole rappresentano una vera e propria stoccata all’ex tecnico. “Il suo esonero è stata una decisione relativamente facile da prendere, considerata la serie di partite senza vittorie e l’ottima squadra che avevamo a disposizione, sebbene molte persone pensassero che avremmo dovuto aspettare la fine dell’anno. Credo che la squadra stesse subendo un rapido calo dal punto di vista psicologico. Se non avessimo fatto nulla, non saremmo mai potuti arrivare tra le prime cinque, figuriamoci qualificarci per la Champions League al termine della stagione”.

Roma, Pallotta contro Rudi Garcia – Il Presidente della Roma Pallotta rincara poi la dose contro Rudi Garcia: “non ero soddisfatto di come andavano le cose in termini di prestazioni durante gli allenamenti. A dicembre, quando i giocatori ti confessano che non riescono a entrare in forma, qualcosa deve pur voler dire. Credo che avrei dovuto farlo prima. Già la stagione precedente avevo notato alcuni segnali. Ho provato a far arrivare persone che credi possano essere d’aiuto, ma c’è stata l’incapacità di accettare ogni tipo di aiuto. Io credo che la squadra debba lavorare insieme e che ci debba essere collaborazione a tutti i livelli ma si stava andando verso il io lavoro così e basta. Non c’era la volontà nemmeno di ascoltare alcune delle persone che erano lì per dare una mano”, le confessioni del Presidente della Roma.