Pallavolo – Nervi tesi tra Lega A femminile e la Fipav, Fabris attacca: “siamo molto arrabbiati”

L’improvvida comunicazione fatta dalla Fipav sull’eventuale prossimo ct della Nazionale azzurra femminile ha scatenato l’ira della Lega A

Siamo molto arrabbiati come Lega Pallavolo Serie A Femminile per l’improvvida comunicazione fatta dalla Fipav sull’ipotesi che Davide Mazzanti diventi il prossimo ct della Nazionale” afferma Mauro Fabris, presidente della Lega Pallavolo Serie A Femminile dopo la non felice uscita della Federazone di Pallavolo che ha anticipato il nome del prossimo ct della Nazionale italiana. “Non è purtroppo la prima volta che la Federazione sbaglia tempi e modi su questo tema, mancando di rispetto al lavoro dei Club, alle persone e al Campionato. E’ già successo in passato con Gianni Caprara quando allenava a Piacenza e capitò anche lo scorso anno prima dei Play Off Scudetto. Queste turbative a stagione iniziata non fanno bene al movimento, agli appassionati che seguono il Campionato né tantomeno a chi investe, cioè i proprietari e gli sponsor dei Club“.

Speriamo che il prossimo Congresso Federale metta un po’ di ordine nei rapporti tra Federazione, Lega e Club – continua Fabris -. Da qui a fine stagione, ci auguriamo davvero che la Fipav adotti un atteggiamento più rispettoso e trasparente, dato che non c’era e non c’è nessun motivo di urgenza, posto che la Nazionale ha già guadagnato la qualificazione all’Europeo che avrà luogo il prossimo settembre. E magari in futuro non sarebbe male concordare la comunicazione con Lega e Club”.