LaPresse/Alessandro La Rocca

Intervistato dalla rivista Autosport, Johann Zarco ha indicato Lorenzo e Pedrosa come suoi piloti di riferimento in MotoGp

Due titolo consecutivi in Moto2 e, adesso, il tanto atteso salto in MotoGp. Per Johann Zarco quello che sta per cominciare sarà un anno davvero importante, il primo nella massima serie motociclistica.

LaPresse/EFE
LaPresse/EFE

Il sogno per il pilota approdato al team Tech3 di Hervè Poncharal è senza dubbio quello di poter riuscire a vincere una gara, ma per prima cosa il rider francese dovrà trovare il feeling con la moto. “Sono felice di aver vinto un secondo titolo in Moto2, per me significa che il nostro modo di lavorare per vincere è buono. Terrò questo metodo e cercherò di adattarlo il meglio possibile per la MotoGP” commenta Zarco ai microfoni di Autosport. “No so se riuscirò a vincere una gara, penso però che sia importante mantenere alto il mio sogno. Quest’anno in MotoGP ci sono stati nove vincitori diversi e ciò dà speranza ai nuovi arrivati per il futuro. Devo continuare a divertirmi e a sognare, poi non si sa mai cosa può accadere…”. Per quanto riguarda i suoi piloti di riferimento, Zarco non ha dubbi: “Lorenzo e Pedrosa sono il miglior riferimento per uno stile morbido e, al momento, provenendo dalla Moto2, è necessario imparare uno stile pulito”.