Alex Hunt è un tennista straordinario con un sogno nel cassetto, entrare nel ranking Atp giocando… senza un braccio

Una forza di volontà fuori dal comune, un servizio da paura e un sogno che farebbe rabbrividire tutti tranne lui. Il suo nome è Alex Hunt. Segni particolari? Rendere ‘possible’ anche le ‘mission’ che, all’apparenza, non lo sembrerebbero. Nel cassetto di questo atleta neozelandese, infatti, è custodito il sogno di entrare a far parte un giorno del ranking Atp, la classifica più prestigiosa del tennis mondiale.

alex hunt1Fin qui tutto normale, ognuno sogna di eccellere nello sport che ama. Ma se vi dicessimo che Alex gioca senza un braccio? Sì, fareste bene a crederci, perchè è così. Con sudore, fatica e determinazione questo ragazzo 23enne nato con questa disabilità fisica prenderà parte ad un torneo sfidando avversari normodotati. Il 28 dicembre, infatti, inizierà il Te Anau Tennis Invitational che raggruppa alcuni dei migliori tennisti della Nuova Zelanda. Ventimila dollari di montepremi, un gruzzolo niente male anche per Alex Hunt che, tuttavia, pensa ad altro:  “giocare conto i migliori tennisti neozelandesi sarà una grande esperienza che cercherò di vivere al meglio. La mia fortuna è quella di non sapere cosa significa giocare con due braccia essendo privo del sinistro fin dalla nascita”. Numero 41 del ranking neozelandese, per Alex l’obiettivo è un altro: “voglio raggiungere la classifica mondiale, per dimostrare a tutte le persone nella mia stessa condizione che nulla è impossibile. Miglior giocatore del Saint Mary’s College Athletics, Alex Hunt  non si pone limiti e, grazie agli allenamenti con John Gardiner, negli ultimi quattro anni il suo livello è cresciuto a dismisura. Adesso inizia un nuovo capitolo della sua carriera, quello più prestigioso ma anche quello più difficile: Alex però non ha alcuna paura. Chi è nato senza un braccio, del resto, come potrebbe temere un sogno che si realizza?