LaPresse/Alessandro Fiocchi

Oggetto del desiderio di Inter e Juventus, Gagliardini ammette che a gennaio non lascerà l’Atalanta: “il mio sogno è quello di arrivare tra le prime 5-6 in campionato”

LaPresse/Mauro Locatelli
LaPresse/Mauro Locatelli

Gagliardini, Inter o Juventus? – “A gennaio non vado via, sicuramente”. Roberto Gagliardini chiude così ogni spiraglio ad un possibile addio prematuro all’Atalanta ‘dei miracoli’ di Gasperini: a volerlo fortemente sono Juventus e Inter, che dunque dovrà attendere eventualmente la sessione estiva del calciomercato per rifarsi sotto e battere la concorrenza di altri grandi club. Il 22enne centrocampista orobico, in un’intervista esclusiva a Skysport24, definisce Gasperini “un insegnante di calcio” e l’approdo alla maglia azzurra quasi una casualità: “E’ stata una scalata fin troppo veloce, arrivare in Nazionale e’ un’altra cosa, per me e’ stato un premio. Avevo finito l’allenamento con l’under 21, ho acceso il cellulare e letto i messaggi, venendo a sapere che il ct Ventura mi aveva chiamato per Marchisio. Quando sono arrivato in ritiro, in palestra c’era Buffon che faceva esercizi: sono andato li’ e l’ho salutato con la mano“.

LaPresse/Mauro Locatelli
LaPresse/Mauro Locatelli

Gagliardini, Inter o Juventus? – Gagliardini sta però dimostrando sul campo di meritare il massimo, visto che può considerarsi uno dei gioielli dell’Atalanta, che può sognare in grande: “L’Europa non è un obiettivo così lontano, siamo una squadra forte, ci si può lavorare… Lo scudetto invece è qualcosa di impensabile, ma mai dire mai. Vedremo, anche se non e’ il nostro obiettivo. Di certo, stiamo facendo qualcosa di importante, mai fatto nella storia dell’Atalanta: il mio sogno sarebbe arrivare tra le prima 5-6 del campionato“. (ITALPRESS).