LaPresse/Gerardo Cafaro

Marek Hamsik commenta l’addio di Higuan e torna a parlare dell’ex allenatore del Napoli Benitez con cui il rapporto non è mai stato ottimale

LaPresse/Gerardo Cafaro
LaPresse/Gerardo Cafaro

Napoli, confessioni Hamsik – Doppia frecciata a cresta alta, nonostante il sorriso sulle labbra. Marek Hamsik parla a Canale 21 e ne ha per tutti, iniziando dal suo ex compagno Gonzalo Higuain, oggi alla Juventus: non me l’aspettavo ma il calcio è così, non mi ha sorpreso tanto. I giocatori vanno e vengono, è stata una sua scelta. I napoletani l’hanno presa malissimo, ma con lui ho ancora un ottimo rapporto”. Frecciata al Pipita, non l’unica. Perché Marek Hamsik fa il ‘gioco delle differenze’ tra Maurizio Sarri e l’ex allenatore Benitez.

LaPresse/Gerardo Cafaro
LaPresse/Gerardo Cafaro

Napoli, confessioni Hamsik – “Mister Sarri è uno pignolo, che lavora tantissimo sul campo e fuori, esige la perfezione. Un malato di tattica. Ci sgrida, ma in un modo tutto suo che ci fa anche ridere. E’ un personaggio a cui vogliono tutti bene. Benitez? Il rapporto è stato ottimo, molto professionale. Anche se mi sostituiva non avevo problemi con lui, da ogni allenatore ho imparato qualcosa. Il suo era un modulo differente e anche il lavoro sul campo. Con Sarri sono mezzala, con Benitez ero seconda punta: io ovviamente preferisco la prima”. Parola di Marek Hamsik.