LaPresse/Lega Serie A

L’amministratore delegato del Milan Adriano Galliani euforico per la vittoria della Supercoppa, il dirigente rossonero si toglie qualche sassolino dalla scarpa

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Galliani, gioia Milan – La sua immagine seduto sul ‘trono’ di Doha resterà una delle cartoline della Supercoppa che il Milan ha conquistato ai calci di rigore contro la Juventus. Adriano Galliani è euforico nel commentare il successo rossonero, ma l’amministratore delegato rossonero ai microfoni di MilanTV si toglie più di un sassolino dalla scarpa. Un macigno, sì. “C’è gioia, emozione, commozione tutto. E’ una gioia meravigliosa, siamo tornati a vincere un trofeo dopo 5 anni dalla Supercoppa vinta contro l’Inter. Siamo arrivati al 29° trofeo dell’era Berlusconi, più 16 secondi posti”.

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Galliani, gioia Milan – Grande emozione per la vittoria, poi da Galliani qualche.. precisazione: “mi sono commosso quando Pasalic ha fatto gol: sono contento per questo ragazzino, sembrava un oggetto misterioso e invece da ragazzino è andato sul dischetto e abbiamo portato a casa la coppa. Suso e Abate? “Tutta la squadra è stata bravissima, ma loro due hanno fatto veramente una partita super. Questa vittoria me la porto nel cuore forse più di tutte, poi vi racconterò perché. Suso? Parametro zero, sì…”