LaPresse/Photo4

Franz Tost il 2017 della Toro Rosso e le conseguenze del ritiro di Nico Rosberg

La stagione 2016 di F1 è terminata da tempo ormai. Nico Rosberg ha conquistato il suo primo titolo Mondiale e dopo qualche giorno ha annunciato il suo ritiro dalle corse.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Tante le sorprese e i colpi di scena in questo Mondiale, come la retrocessione di Daniil Kvyat in Toro Rosso e la “promozione” di Max Verstappen in Red Bull: “un cambio di pilota nel corso della stagione pone sempre qualche difficoltà. Prima di tutto, devo dire che Max Verstappen è un pilota straordinario. Conosceva molto bene la squadra e il comportamento della macchina, inoltre la collaborazione con i nostri ingegneri era ottima. La perdita è stata pesante. Però in F.1 bisogna essere flessibili e siamo stati fortunati a riavere con noi Daniil Kvyat, che è un pilota di grande sostanza. Non dobbiamo dimenticare che Daniil ha vinto la GP3 ed è approdato in F.1 troppo presto. Sono sicuro che con lui e Carlos Sainz abbiamo la combinazione di piloti più forte di sempre“, ha raccontato Franz Tost in un’intervista a La Gazzetta dello Sport.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Chiaramente non ci sono stati sviluppi durante la stagione e questo ha rappresentato uno svantaggio. Sapevamo che nella seconda metà del campionato, avremmo avuto delle difficoltà. Abbiamo la possibilità di trovare un title sponsor, come ha fatto Red Bull con Tag Heuer. Stiamo negoziando“, ha continuato il team principal Toro Rosso riguardo la Power Unit.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

La Toro Rosso ha tutti gli ingredienti per fare un buon campionato. Come ho già detto abbiamo due piloti forti. Mi aspetto anche un’aerodinamica efficiente perché James Key e la sua equipe hanno fatto un grande lavoro negli anni scorsi. E più in generale la squadra sta facendo progressi. Pure il Renault è più competitivo dei motori avuti negli anni scorsi“, ha aggiunto Tost che sul ritiro di Rosberg poi aggiunge: “ha raggiunto un grande traguardo, ha 31 anni, tanti soldi, una famiglia e lasciato la F.1 incolume. E ora ha deciso di fare qualcosa di diverso nel suo futuro. Nico è molto intelligente e sono sicuro che ha un programma chiaro in testa e, contrariamente ad altri piloti, troverà un lavoro che lo farà divertire tanto quanto la F.1. Qualche problema lo creerà perchè l’accoppiata Hamilton-Rosberg era eccezionale e molte volte in F.1 basta un cambio a causare complicazioni. Non dobbiamo dimenticare che Red Bull e Ferrari saranno in grado di colmare il gap“.

Infine un piccolo pensiero sulla Ferrari, che per Tost, nella prossima stagione riuscirà a rinforzarsi: “sì sono sicuro sarà più forte nel 2017“.