LaPresse/Photo4

Jacques Villeneuve duro nei confronti di Rosberg: l’ex pilota non capisce la scelta del tedesco di ritirarsi

E’ arrivata ieri la clamorosa notizia che a lasciato tutti senza parole. A quasi una settimana dalla vittoria del suo primo titolo Mondiale, Nico Rosberg ha annunciato il suo ritiro dalla F1. Il tedesco della Mercede sembra non avere più la spinta necessaria per continuare a gareggiare e vuole dedicarsi completamente alla sua famiglia, che forse quest’anno, per inseguire il suo obiettivo, ha trascurato troppo.

LaPresse/Photo4
LaPresse/Photo4

Tutti sono rimasti basiti appena appresa la notizia, c’è chi ha capito il pilota, chi invece ancora si domanda quale sia il reale motivo di tale decisione. Jacques Villeneuve per esempio crede che la passione di Rosberg per questo sport non fosse poi così tanta: “chiaramente è stata una grande sorpresa. Però a fine stagione si notava che era stanchissimo. Aveva il viso tirato, con tutta la pressione che c’era era normale essere stanchi, ma smettere così di colpo, nel miglior momento della carriera è una grande sorpresa“, ha dichiarato ai microfoni di Sky Sport.

LaPresse/Actionpress
LaPresse/Actionpress

Fermarmi al top è una scusa per far finta che le cose sono belle e positive, ma non è così. Se sei appassionato non smetti quando sei al top. Evidentemente non aveva voglia di darsi come ha fatto adesso o aveva paura avendo una figlia o era una promessa alla moglie“, ha aggiunto Villeneuve. “Di sicuro non amava più questo mestiere, le corse. Ora possiamo chiedergli se abbia mai avuto questa passione. Non riesco a capirlo da appassionato, ma la sua scelta va rispettata, ha cose nella vita più importanti delle corse di macchine. Per Nico è stato un po’ come raggiungere l’Everest e poi fermarsi. Bisognerebbe conoscerlo completamente per capirlo. Io pensavo fosse veramente appassionato. Aveva un’enorme voglia di vincere il campionato ma non di fare il pilota“, ha concluso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE