LaPresse/Fabio Cimaglia

Intervistato dall’Agenzia Italpress, Angelo Sticchi Damiani spera per Giovinazzi un futuro roseo in Formula 1

Il prossimo Gran Premio d’Italia a Monza sarà il GP dell’Automobile Club Italia. E’ questo in sintesi il commento di Angelo Sticchi Damiani,

giovinazzi1Presidente dell’ACI nell’intervista di fine anno concessa all’Agenzia Italpress, commentando la non facile risoluzione del problema del rinnovo del contratto con la FOM per l’organizzazione del GP a Monza per i prossimi anni. “Abbiamo fatto tantissimo. Diciamo che abbiamo fatto tutto noi. E’ stata una trattativa lunga e complessa, perchè oltre all’esborso notevolissimo per i prossimi tre anni sarà necessario stabilire delle regole precise” spiega il numero uno dell’Automobile Club d’Italia. “Con la Regione Lombardia abbiamo trovato un accordo soddisfacente con il presidente Maroni con un contributo per i prossimi tre anni di 20 milioni.

LaPresse/Stefano De Grandis
LaPresse/Stefano De Grandis

C’è stata la collaborazione dei comuni di Monza e Milano della AC milano e della stessa Sias. L’Automobile Club Milano avrà un ruolo importante perchè competente territorialmente e quindi cambia completamente il ruolo dell’organizzatore che diventa L’Automobile Club Italia” afferma Angelo Sticchi Damiani. Un altro fiore all’occhiello della gestione Sticchi Damiani è l’approdo in F.1 di un pilota italiano venuto fuori dal programma dell’ACI Sport Italia. “Antonio Giovinazzi è il terzo pilota della Ferrari e guiderà nelle prove libere del venerdì per misurarsi con le macchine di gara oltre che lavorare sul simulatore. Sarà un anno di crescita. Sarebbe stato un peccato fargli fare un altro anno in GP2. Tutto dipende dallo scacchiere internazionale dello spostamento delle poltrone dei piloti. Nel 2018 potrebbe approdare in una delle scuderie a cui la Ferrari fornisce i motori. Potrebbe essere la Haas così come la Sauber. Tutto dipenderà un po’ da quello che succederà in seguito allo ritiro di Nico Rosberg che ha creato una serie di movimenti“. (ITALPRESS)