Ci sono emozioni che non si controllano come quelle vissute da Diletta Leotta in questo intenso 2016, ecco come la giornalista l’ha raccontato

Diletta Leotta racconta il suo 2016 – Diletta Leotta giornalista Sky e bellissima donna del mondo dello sport racconta il suo 2016 tra lavoro e soddisfazioni personali. Dopo la gita nella sua città natia, Catania,  per il Natale la bella siciliana torna questa sera a lavoro con il programma che l’ha resa regina della serie B. Quale sarà il bilancio dell’anno che sta per finire per Diletta Leotta? Dopo lo scandalo a luci rosse che l’ha vista protagonista qualche mese fa la giornalista sembra essersi ripresa dallo shock e dopo averne parlato anche con i giornali sembra stia vivendo la sua vita tornata alla normalità. Così la bella giornalista ha descritto il suo anno tra palleggi con Del Piero, l’esperienza con la serie B e le altre occasioni capitatele in questo lungo e emozionante 2016.

Ciao amici di skysport.it,
il mio è stato un anno straordinario sotto tanti punti di vista. Il primo è sicuramente il divertentissimo racconto dello scorso campionato di Serie B: la scoperta del Crotone di Juric, la splendida cavalcata del Cagliari di Rastelli e la favola del Trapani terminata solo alla finale di ritorno grazie ad un Pescara che si è meritato sul campo la promozione. Mi dispiace oggi vedere Pescara e Trapani in fondo alle rispettive classifiche, ma sono certa che la Serie B ci regalerà ancora storie meravigliose. Come quella di Benevento, città in cui sono stata a presentare la stagione: un entusiasmo mai visto. Ecco l’entusiasmo della gente, dei tifosi, il loro calore, è la cosa che mi porterò dentro di questo 2016. Il mio lavoro mi regala momenti davvero particolari: cito per esempio, un palleggio in studio con un grande numero 10, Alessandro Del Piero, che si è esibito con me (anzi io con lui) durante il programma Estate Mondiale.Oppure quando per la prima volta ho avuto in studio Manuel Agnelli: ho capito subito che sarebbe stato la rivelazione di X Factor, si è dimostrato immediatamente coinvolto nella discussione (purtroppo era l’eliminazione degli azzurri dall’europeo) e mi piacerebbe poterlo avere ancora ospite in studio. Ed infine ho concluso l’anno con la puntata speciale di Goal Deejay: per la prima volta ho sperimentato linguaggi televisivi diversi dalla liturgia che mi accompagna il sabato con la Serie B, qui ho trovato il giusto mix tra intrattenimento e calcio, un mix che mi auguro mi accompagni anche per tutto il 2017. Vi auguro buone feste…naturalmente con Sky Sport!