LaPresse/Alfredo Falcone

Il Tribunale Federale ha chiuso per un turno la curva del Padova per cori razzisti verso Keita. E adesso cosa succederà con Lulic?

LaPresse/Alfredo Falcone
LaPresse/Alfredo Falcone

Caso Lulic – Il rischio c’è, lo percepiamo. Sarà che a volte a pensar male… senza voler essere giustizialisti, ma crediamo che dopo le bruttissime frasi che Lulic ha rivolto a Rudiger (“vendeva calzini e cinture a Stoccarda”) il calciatore della Lazio meriti una sanzione esemplare: 5, 7, 10 giornate o squalifica a tempo non sta a noi decidere, ma guai a lasciare impunita la vergogna andata in diritta tv. Eppure, nelle poltrone di tanti talk show televisivi sembra già essere partita l’accorata difesa a Lulic. Aspettiamo, non resta altro da fare.

LaPresse/ Marco Rosi
LaPresse/ Marco Rosi

Caso Lulic – Prendendo atto della decisione della FIGC di chiudere per un turno la curva del Padova, tribuna fattori, con la “società veneta deferita in seguito ai cori e alle grida dal contenuto offensivo ed espressione di discriminazione razziale indirizzate al calciatore della Lazio Keita DiaoBaldè in occasione dell’amichevole disputata lo scorso 20 luglio ad Auronzo di Cadore. Ammenda 5mila euro al Padova e chiusura del settore ‘Tribuna Fattori’ dello Stadio Euganeo per la gara di campionato con il Sudtirol (18ª giornata del Girone B di Lega Pro)”. Giusto. Adesso però attendiamo di conoscere la sanzione che verrà adottata nei riguardi di Lulic: usare due pesi e due misure sarebbe un autogol clamoroso.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE