LaPresse/ Fabio Ferrari

Il ciclista della Bahrain Merida e vincitore del Giro d’Italia 2016, Vincenzo Nibali spiega che le speranze sono le ultime a morire

LaPresse/Fabio Ferrari
LaPresse/Fabio Ferrari

Il capitano della Bahrain Merida Vincenzo Nibali è tra i finalisti della Performance dell’Anno dei Gazzetta Sport Awards. Il ciclista in questa stagione che si è conclusa malamente alle Olimpiadi di Rio, ha dimostrato il suo valore ribaltando alla penultima tappa la classifica generale al Giro d’Italia e conquistando l’ambita Maglia Rosa che trionfalmente ha indossato a Milano.

In questa stagione il messinese ha capito che non bisogna mai arrendersi e che le speranze sono sempre le ultime a morire. “Non arrendersi mai. Anche se il più delle volte una rimonta così non riesce. Perché magari invece una volta ce la fai. Una speranza di riuscire a fare qualche cosa di buono l’ho sempre conservata dentro di me – dichiara Nibali come riportato da Spaziociclismo -. E poi ci sono riuscito davvero, ribaltando tutto nelle ultime due tappe dure per vincere la seconda maglia rosa. Penso che sia stato questo ad affascinare il pubblico“.