LaPresse/Daniele Badolato

In casa Juventus scoppia il caso Dybala: critiche contro l’allenatore per averlo schierato in panchina, ma Allegri rilancia

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Dybala-Juventus, caos Juventus – Una scelta tecnica oppure una panchina dettata da una condizione non proprio ottimale? La Juventus si interroga sull’utilizzo di Paulo Dybala: ‘u picciriddu’ ha dato nuova vitalità all’attacco bianconero al momento del suo ingresso in campo, prima che Donnarumma dal dischetto gli negasse la gioia del gol con una parata da fenomeno. “Se ho rimpianti per non averlo messo dall’inizio? Nessuno. Dybala ha giocato 60 minuti, ha avuto occasioni per fare gol. Con una partita andata in questo modo, Dybala doveva e poteva determinare. Sono molto arrabbiato. Perché in campo diventano importanti tutti, pure coloro che entrano dopo”, le parole di Allegri subito dopo la Supercoppa.

LaPresse/Daniele Badolato
LaPresse/Daniele Badolato

Dybala-Juventus, caos Juventus – Ma in casa Juventus il muso lungo di Dybala relegato in panchina (con il pubblico che lo acclamava) non è passato inosservato. Lo sfogo di Allegri a fine gara contro i giocatori non è piaciuto ai tifosi, che puntano il dito proprio contro l’allenatore e le sue scelte: su tutte proprio quella di relegare in panchina Dybala. In casa bianconera la sensazione è che questa Supercoppa possa aver lasciato strascichi importanti.