Paralimpiadi Rio 2016, si fa luce sulla morte del ciclista iraniano: ecco le cause del decesso

SportFair

Durante una conferenza stampa, sono state svelate le cause del decesso di Bahman Golbarnezhad, morto durante la gara in linea alle Paralimpiadi di Rio 2016

A pochi giorni dalla morte di Bahman Golbarnezhad, ciclista iraniano deceduto a causa di una rovinosa caduta occorsa durante la gara di ciclismo in linea C4-5 delle Paralimpiadi di Rio 2016, si comincia a far luce sulle cause del suo decesso. Secondo quanto svelato da Pier Jones, membro della Federazione internazionale ciclistica, l’atleta “ha perso il controllo della bicicletta ed è caduto a terra, battendo la testa. È un percorso competitivo, impegnativo ma gli atleti che arrivano qui sono tutti atleti esperti. Non c’erano oggetti in mezzo alla strada, né alcun impedimento”.

Per quanto riguarda i soccorsi, il responsabile dell’area medica Joao Grangerio elimina tutti i dubbi su un’eventuale mancanza di tempestività: “lambulanza è arrivata dopo due minuti, tutte le cure sono state date tempestivamente”. Quello di Bahman è il primo incidente mortale della storia paralimpica in quasi 60 anni: “speriamo che sia il primo e anche l’ultimo – commenta Craig Spence, capo comunicazione dell’Ipc – purtroppo nello sport gli incidenti accadono. In questo momento, per noi, è importante fare chiarezza sui dettagli e le sue cause, con un pensiero alla famiglia di Bahman”.