• LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Reuters
    LaPresse/Reuters
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
  • LaPresse/Xinhua
    LaPresse/Xinhua
/

I piccoli raccattapalle imparano insieme a Novak Djokovic a salutare e omaggiare il pubblico con uno splendido gesto di ringraziamento

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

Incontare il proprio idolo, stargli di fianco, parlare con lui, magari stringergli la mano o riceve un abbraccio: non c’è niente di più bello per un piccolo fan. Novak Djokovic, indiscusso numero 1 del tennis mondiale, è fra le superstars che più si prestano volentieri al contatto con i tifosi, specialemente con i più piccoli. Al Roland Garros, a molti non sarà sfuggito il gesto che Novak sta ripetendo con i piccoli raccattapalle dopo la fine dei suoi match. Il campione serbo chiama un giovanissimo raccattapalle a fine partita, lo saluta e insieme si divertono a omaggiare il pubblico.

LaPresse/Xinhua
LaPresse/Xinhua

I due rivolgono un saluto ai 4 lati del campo, ringraziando il pubblico presente in ogni settore, con un gesto che sembra quello di offrire il proprio cuore ai tifosi. Gesto di grande valenza simbolica di Nole che nonostante a volte venga beccato dal pubblico, si è dimostrato sempre riconoscente verso gli spettatori. Grande lezione anche per i più piccoli che imparano guardando con ammirazione lo splendido gesto di un immenso campione.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE