LaPresse

Fernando Alonso commenta la decisione della FIA e parla del suo ritorno in gara, ancora incerto

La stagione 2016 di F1 è finalmente iniziata. I piloti sono saliti a bordo delle loro monoposto due settimane fa a Melbourne dove, dopo una spettacolare partenza delle Ferrari, hanno trionfato le Mercedes di Nico Rosberg (primo) e Lewis Hamilton (secondo), aiutati anche dalla bandiera rossa sventolata a causa dell’incidente di Alonso, che ha permesso loro di cambiare strategia e adottare quella vincente. Dopo la pausa pasquale i piloti sono adesso pronti per un nuovo appassionante week end in pista. Lewis Hamilton e colleghi sono pronti per duellare in Bahrain.

LaPresse/Reuters
LaPresse/Reuters

Il weekend di F1 inizia con un grande botto: Fernando Alonso non gareggerà, i medici della FIA hanno preferito tutelare il pilota e hanno chiesto ulteriori esami. Non si poteva quindi che iniziare da lui nella conferenza stampa dei piloti: “un po’ di disappunto si, un po’ di delusione, volevo gareggiare, volevo correre. Siamo dei concorrenti, ci piace lo sport, ci piace gareggiare. Essere qui e non poter gareggiare è ovviamente una tristezza. Capisco però la decisione. Sono stati giorni difficili anche con le prove, con l’allenamento, con qualche dolore a casa, però ero più che disposto ad affrontarlo anche in macchina per essere certi di riuscire a correre, perchè in fondo era un dolore gestibile soprattutto se uno non ci pensa troppo, c’è l’adrenalina mentre si corre. Però c’è un rischio in più. I dottori hanno ritenuto che non fosse il caso. Li capisco, è la cosa più logica da fare“, ha dichiarato il pilota della McLaren.

LaPresse
LaPresse

Non abbiamo una certezza al 100%, bisognerà fare un’altra verifica, altre prove nei prossimi 8-10 giorni, dopo di che la fia valuterà nuovamente. Prima di tutto bisogna garantire la sicurezza“, ha concluso Alonso, parlando di un suo ritorno in vista del Gran Premio della Cina.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
INFORMAZIONI PUBBLICITARIE