Simone Bolelli, dopo essersi qualificato, dice subito addio al Masters 1000 cinese

Prestazione senza acuti quella messa in campo da Simone Bolelli al 1T dell’importante torneo di Shanghai: dopo essersi qualificato per il tabellone principale del Masters 1000 cinese, Bolelli si è scontrato con l’aceman canadese Vasek Pospisil, senza dubbio un ottimo singolarista ma che dopo l’acuto di Wimbledon stava raccogliendo maggiori soddisfazioni nel doppio insieme all’americano Sock (recenti vincitori a Pechino).

LaPresse/XinHua
LaPresse/XinHua

6/3 – 6/4 per Pospisil, con Bolelli che non è riuscito a convertire nessuna delle 3 palle break conquistate e che è stato sommerso dagli ace dell’avversario (10 a fine match). Prestazione difficile da analizzare, perché Bolelli è parso essere distante dal match, un incontro che a parità di motivazioni e concentrazione Simone avrebbe potuto tranquillamente fare suo.

Adesso concentrarsi sugli ultimi tornei della stagione è un obbligo: provare a rientrare in top50 è ancora obiettivo fattibile.