Oggi la 20esima tappa del Giro d’Italia, con la salita più faticosa di tutta la gara

Penultima tappa oggi al Giro d’Italia, l’ultimo arrivo in salita da affrontare per i ciclisti che ormai sono in dirittura d’arrivo e che sanno che solo un miracolo, un’imprevisto potrebbe togliere a Contador il primo posto. Si parte da Saint Vincent e si arriva a Sestriere per correre una tappa prevalentemente pianeggiante (150 km), ma con un finale davvero faticoso: il Colle delle Finestre con i suoi 2178 metri, intitolato al campione Fausto Coppi, la cima più alta di tutto il Giro d’Italia. Una salita impegnativa, che vede il manto stradale per metà tragitto asfaltato e metà sterrato, il che rende tutto ancora più difficile. Dopo l’impresa di ieri di Fabio Aru, che si è ripreso il secondo posto, gli occhi oggi saranno tutti puntati su Contador, primo a 4’37” da Aru. Sicuramente non oserà lo spagnolo, per mantenere il suo primo posto e continuare a tenere la maglia rosa. Ma il ciclismo è imprevedibile, a volte basta un infortunio, una caduta di massa o una gomma forata per cambiare le sorti della gara.