”Ci dobbiamo cospargere il capo di cenere, ma non dimenticherei che abbiamo fatto 20 punti sul campo. Stiamo facendo il nostro campionato”. Alla vigilia di Atalanta-Parma, l’allenatore dei bergamaschi Stefano Colantuono opta per un mea culpa con le attenuanti. Le tre sconfitte consecutive hanno avuto come effetto un lavoro di preparazione a porte chiuse: ”E’ stata una settimana normale, con una disamina corretta e giusta come abbiamo sempre fatto, anche quando si vincono le partite”, ha spiegato il tecnico romano. Che smentisce la sfuriata alla squadra alla ripresa degli allenamenti di lunedi’: ”Niente di che, si discute ed e’ chiaro che ogni tanto uno si faccia sentire di piu’. I giocatori si sono accorti che il momento non e’ bellissimo e bisogna cercare di eliminare quegli errori che poi ci costano cari, vedi Bologna dove abbiamo aspettato lo schiaffo per reagire”. Sulla formazione, Colantuono conferma qualche variante: ”Le mie scelte saranno dettate anche dall’ottavo di Coppa Italia in casa della Roma martedi’ prossimo – chiude –. Il dubbio tra De Luca e Moralez puo’ starci; Ferreira Pinto torna a disposizione, mentre Troisi ha avuto due giorni di influenza e non ci sara’. Bellini, invece, e’ in condizione e puo’ giocare dall’inizio”