Motori – Nuova Opel Corsa-e l’elettrica tedesca divertente ed ecologica …ma è davvero abbordabile? [PREZZO e FOTO]

/

Opel Corsa-e: la piccola elettrica tedesca briosa e divertente con oltre 300km di autonomia viene offerta ad un prezzo lancio di 29.900 euro

Un entusiasta Michael Lohscheller, CEO Opel ha rilasciato una sua personalissima dichiarazione, dicendo: “Oggi è un giorno speciale per Opel. Opel diventa elettrica. Da oggi è possibile ordinare Corsa-e e Grandland Hybrid. Ed è solo il primo passo. Entro il 2024 renderemo elettrica tutta la nostra gamma. Corsa-e permette di divertirsi moltissimo alla guida di una vettura a emissioni zero. Ha un’autonomia di 330 chilometri, ed è davvero molto veloce. Da 0 a 100 in 8,1 secondi.

Viene offerta in Germania a un buon prezzo d’ingresso. 29.900 Euro. Rispettiamo così, ancora una volta, la promessa di Opel: democratizzare le innovazioni. Renderle accessibili per il vasto pubblico. Opel è tornata sulla strada del successo. Il ‘Lampo’ di Opel splende. E da oggi splende anche in modalità elettrica.

Opel diventa elettrica. Vi spiegherò come Opel intende entrare nell’epoca della mobilità elettrica di massa e definirla”.

Queste parole rilasciate dal CEO di Opel ci fanno pensare molto, ora, per quanto una piccola vettura elettrica possa essere divertente e briosa, con numeri che si avvicinano a quelli delle categorie superiori, non è ancora un po troppo alto il prezzo per l’acquisto di vetture di questo genere? Il gioco vale la candela? 

Secondo noi no! La piccola tedesca come detto da Lohscheller viene offerta ad un prezzo di 29.900 euro, cioè il 110% in più del suo corrispettivo con motore endotermico, infatti la piccola Corsa benzina 1,2litri viene venduta a partire da 13.580 euro. Quindi la versione elettrica costa più del doppio di una Corsa normale.

Questo ci fa pensare molto, se questi saranno i prezzi delle piccole citycar elettriche allora saranno due gli scenari possibili, in un futuro prossimo, il primo vedrà l’estinzione di questa tipologia di vetture poiché troppo care per essere competitive sul mercato, il secondo invece si concretizza in un sogno, quello di vedere abbattuti i costi di costruzione delle vetture elettriche e delle loro componenti tecnologiche così da poter abbassare i prezzi delle vetture e uniformarli a quelli che le stesse hanno con motori classici.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery