Lautaro Martinez salva l’Inter, interrotto il digiuno nerazzurro: il Parma esce a testa alta

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

  • LaPresse/Francesca Soli

    LaPresse/Francesca Soli

/

Lautaro Martinez decide l’anticipo da Parma e Inter: gol annullato a D’Ambrosio per tocco di mano, i nerazzurri tirano un sospiro di sollievo

L’Inter ritrova il sorriso: nell’anticipo del sabato sera della 23ª giornata di Serie A i nerazzurri di Spalletti sono riusciti ad interrompere il digiuno che li perseguitava da tempo. Tre punti preziosi, questa sera allo Stadio Ennio Tardini, per Icardi e compagni, che arrivavano a Parma con tanta pressione dopo le sconfitte con Bologna e Torino e l’amaro ko ai rigori in Coppa Italia contro la Lazio.

Un match ricco di spettacolo, con diverse occasioni sfumate da entrambe le parti: una clamorosa traversa di Gervinho ha spaventato l’Inter e tutti i suoi tifosi, mentre la rete di D’Ambrosio annullata al 54′ per fallo di mano ha probabilmente dato la scossa ai nerazzurri per reagire e portare a casa la vittoria. Applausi dunque per l’Inter di Spalletti, ma anche ai padroni di casa che hanno lottato fino alla fine, con un gol sfiorato da Inglese dimostrando ancora una volta, dopo il pareggio della scorsa settimana con la Juventus, di saper tener testa ad un big team.

Valuta questo articolo

1.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery