Nuova Jeep Gladiator: in anteprima europea il pick-up che coniuga funzionalità e divertimenti [GALLERY]

/

La nuova Jeep® Gladiator sarà protagonista al Jeep Camp 2019, il ritrovo annuale di tutti i proprietari e appassionati del marchio Jeep. Veicolo unico per le avventure di tutti i giorni, la nuova Jeep Gladiator segna il ritorno del marchio nel segmento dei pick-up

Il pubblico europeo potrà conoscere da vicino per la prima volta la nuova Jeep® Gladiator all’edizione 2019 del Jeep Camp – il ritrovo annuale di tutti i proprietari e appassionati del marchio Jeep e evento più importante nel calendario del Jeep Owners Group (JOG) – che si terrà a San Martino di Castrozza, nel cuore delle Dolomiti dal 12 al 14 luglio.

La nuova Jeep Gladiator nasce dalla ricca tradizione di robusti e affidabili pick-up del marchio americano e offre una combinazione unica tra design autentico, libertà di guida a cielo aperto, funzionalità e versatilità, avanzati ed efficienti motopropulsori, dinamica di guida su strada, capacità off-road di riferimento e innovative dotazioni tecnologiche in termini di sicurezza e connettività.

Il primo esemplare di pick-up Jeep risale al 1947, anno in cui la Willys Overland presentò un veicolo a quattro ruote motrici da 1 tonnellata basato sul modello CJ-2. A questo seguirono nell’arco di oltre 40 anni diversi modelli di pick-up tra cui il FC-150/170 (1957-1965) , la Jeep Gladiator/Serie J (1963-1987), il CJ-8 Scrambler (1981-1985) e la Jeep Comanche (1986-1992). Oggi, dopo 27 anni, il marchio ritorna nel segmento con una proposta unica, un veicolo open air multiuso in grado di offrire divertimento di guida, leggendarie capacità off-road e tecnologie avanzate e garantire al contempo maggiore libertà e flessibilità nel trasporto di attrezzature e carico grazie al cassone in acciaio da 152 centimetri.

Veicolo unico nel suo genere, la nuova Jeep Gladiator rappresenta l’evoluzione della formula Wrangler e aggiunge alla ineguagliata capacità all-terrain dell’icona Jeep ulteriore versatilità, libertà e dinamica di guida su strada di livello superiore. Capacità off-road di riferimento sono garantite da due avanzati sistemi 4×4 – Command-Trac e Rock-Trac, assali Dana 44 di terza generazione, bloccaggi elettrici degli assali anteriore e posteriore Tru-Lock, barra stabilizzatrice a scollegamento elettronico – una novità assoluta nel segmento – e pneumatici off-road da 32″.

Prodotta a Toledo (Ohio, USA), la nuova Jeep Gladiator è disponibile in tre diversi allestimenti: Sport, Overland e Rubicon. Arriverà nei concessionari del Medio Oriente nel primo semestre del 2020; l’introduzione in Europa avverrà entro la fine del prossimo anno.

Design Jeep moderno e autentico
La nuova Jeep Gladiator presenta un design robusto e distintivo, immediatamente riconoscibile grazie all’utilizzo di elementi stilistici tipici del marchio. Il team di design Jeep ha mantenuto la leggendaria griglia a sette feritoie della Wrangler, ma ha allargato lo spazio tra ciascuna feritoia per migliorare il processo di aspirazione a vantaggio delle operazioni di traino. La parte superiore della griglia è stata leggermente inclinata all’indietro per migliorare l’aerodinamica complessiva.

Gli allestimenti Overland e Rubicon della Gladiator presentano fari anteriori e fendinebbia a LED (a richiesta) e sono dotati di una luce bianca estremamente nitida che conferisce modernità al look frontale. Anche i tradizionali fari posteriori dalla forma quadrata sono a LED (a richiesta) e lasciano spazio all’ampia superficie di apertura del comodo portellone posteriore che consente di caricare tutta l’attrezzatura di cui si ha bisogno sul cassone. Il portellone posteriore è ammortizzato ed è dotato di tre diverse posizioni di arresto; il carico sarà sempre al sicuro grazie a un sistema di chiusura elettrica di facile attivazione. Funzionalità e versatilità sono stati al centro della progettazione del robusto cassone della Gladiator. Un sistema di illuminazione under-rail, una fonte di alimentazione esterna coperta da 230 V (disponibile a richiesta) e i robusti fermi integrati garantiscono resistenza e versatilità. Il sistema di gestione del carico Trail Rail, disponibile a richiesta, fornisce ulteriori opzioni aggiuntive per il trasporto e l’organizzazione del carico.

Il rivestimento protettivo del cassone, la divisoria e la copertura in tela disponibili a richiesta forniscono ulteriori possibilità di stoccaggio. L’allestimento Rubicon della Gladiator è dotato di rock rails per la protezione di cabina e cassone.

Grazie a quattro bulloni posti nella parte superiore del telaio, il parabrezza può essere ripiegato in modo semplice e veloce. La barra superiore trasversale collega i montanti anteriori e resta al suo posto anche quando il parabrezza viene ripiegato, consentendo altresì l’utilizzo dello specchietto retrovisore.
Le porte in alluminio altoresistenziale sono estremamente leggere e riportano sul cardine, la dimensione della chiave a punta Torx necessaria per le operazioni di smontaggio. E’ disponibile di serie un kit utile a ripiegare il parabrezza e rimuovere le porte.

Per conferire alla Gladiator un look premium, è disponibile come optional sugli allestimenti Overland e Rubicon l’hard-top a tre pannelli in tinta carrozzeria. L’hard-top a tre pannelli di colore nero è invece disponibile esclusivamente sulla versione Rubicon. I due pannelli Freedom e i fermi a rilascio rapido facilitano le operazioni di montaggio e smontaggio.
Infine, sono numerose le combinazioni tra porte, parabrezza e copertura superiore disponibili sulla Gladiator per consentire al cliente infinite possibilità di configurazione.

Interni all’insegna della tecnologia e della funzionalità

Gli interni della nuova Jeep Gladiator presentano uno stile autentico, versatile e all’insegna del comfort con una serie di funzionalità intuitive. Nell’abitacolo spiccano cura artigianale e utilizzo di materiali di qualità superiore.
In dettaglio, la plancia, fedele alla tradizione del marchio, presenta forme pulite e linee scolpite che si abbinano perfettamente al design orizzontale del cruscotto con finiture personalizzabili in base all’allestimento. Gli elementi funzionali, tra cui le manopole del volume e del climatizzatore, le prese di ricarica e connettività multimediale e i comandi del sistema Engine Stop-Start (ESS), sono stati progettati per essere intuitivi e a portata di mano dei passeggeri del sedili anteriori.

Il touchscreen da 7″ (o da 8,4″ disponibile su richiesta), situato nella porzione superiore della consolle centrale, è dotato del sistema UconnectTM di quarta generazione. Il quadro strumenti offre un display a LED TFT da 3,5″ o 7″. Quest’ultimo consente di scegliere tra oltre 100 modalità di configurazione e visualizzazione dei dati, per un facile utilizzo durante la guida (disponibile di serie sugli allestimenti Overland e Rubicon). I sedili posteriori sono caratterizzati da un design esclusivo che consente di bloccarli per mettere in sicurezza il carico dietro lo schienale. Possono essere ripiegati per consentire l’accesso all’area di carico sul retro della cabina e per ampliare lo spazio per il trasporto di oggetti ingombranti. Sulla Gladiator sono disponibili soluzioni di carico smart, tra cui le robuste tasche a rete che si estendono per tutta la lunghezza delle porte e numerosi vani per alloggiare telefoni cellulari. Il rivestimento dei sedili posteriori può essere sollevato per consentire l’accesso ad un ulteriore vano portaoggetti. Un vano con chiusura, disponibile a richiesta, fornisce ulteriore spazio per custodire oggetti in sicurezza quando si viaggia senza tetto o con le porte rimosse.

La nuova Jeep Gladiator si distingue per l’elevata funzionalità e per le caratteristiche di facile utilizzo. E’ dotazione esclusiva dell’allestimento Rubicon, la telecamera anteriore per l’off-road che consente di rilevare in tutta semplicità gli ostacoli sul percorso. La telecamera anteriore si trova dietro alla feritoia centrale della griglia anteriore della Gladiator ed è attivabile attraverso il sistema Off-road Pages (a richiesta). Equipaggiata per la prima volta in assoluto su un modello Jeep, la telecamera anteriore garantisce maggiore sicurezza durante la guida in fuoristrada. Inoltre, per assicurare ulteriore praticità, la fotocamera offre una funzione di autopulizia da utilizzare durante i passaggi in fuoristrada più estremi.

Tra gli optional disponibili per l’impianto audio, spiccano il subwoofer e le casse wireless portatili disposte dietro il sedile posteriore che consente di portare con se la propria musica durante qualsiasi viaggio, che sia per raggiungere la spiaggia, o durante avventure in fuoristrada estremo. Le luci a LED sui pannelli posteriori illuminano il vano di carico e la docking station degli altoparlanti wireless.

 Avanzati motopropulsori dai consumi efficienti
La gamma di motori della nuova Jeep Gladiator prevede il motore Pentastar V6 da 3,6 litri – disponibile esclusivamente nei mercati extra Europa e in Medio Oriente – e un nuovo motore EcoDiesel V6 da 3,0 litri, unica motorizzazione disponibile in Europa. Entrambe le motorizzazioni sono abbinate ad un cambio automatico a 8 marce che consente di ottimizzare l’erogazione della potenza del motore nella guida su percorsi off-road e di beneficiare di un’erogazione regolare della coppia alle velocità autostradali.

Il motore Pentastar V6 da 3,6 litri sviluppato da FCA US eroga 285 CV di potenza e 347 Nm di coppia ed è dotato di serie del sistema Engine Stop-Start (ESS). Questo propulsore è stato progettato per fornire elevati valori di coppia disponibile già ai bassi regimi: un parametro fondamentale nella guida off-road più estrema.

Il motore EcoDiesel da 3,0 litri sarà disponibile su tutti i modelli Gladiator commercializzati in Europa. Dotato di serie del sistema Engine Stop-Start (ESS), questo propulsore eroga 260 CV di potenza e 600 Nm di coppia (valori stimati in attesa di omologazione). Il motore EcoDiesel V6, progettato e costruito da FCA EMEA, è dotato di un’avanzata tecnologia turbo con cuscinetti a basso attrito progettati per aumentare la risposta e le prestazioni ai bassi regimi.

Il pick-up di medie dimensioni con le migliori capacità off-road di sempre
La nuova Jeep Gladiator garantisce leggendarie capacità off-road grazie a due avanzati sistemi 4×4. Il sistema 4×4 Command-Trac, di serie sugli allestimenti Sport e Overland, è dotato di scatola di rinvio a due velocità con rapporto delle marce ridotte pari a 2,72:1, assali anteriore e posteriore Dana 44 heavy-duty di terza generazione con rapporto posteriore al ponte pari a 3,73. L’allestimento Rubicon invece è equipaggiato con il sistema 4×4 Rock-Trac dotato di assali anteriori e posteriori Dana 44 di terza generazione con rapporto “4LO” pari a 4:1. I modelli Rubicon offrono inoltre una maggiore articolazione e corsa complessiva delle sospensioni grazie al sistema di disconnessione elettronica della barra stabilizzatrice – una caratteristica unica nel segmento. Grazie al cambio automatico a otto marce, la Gladiator Rubicon ha un rapporto di riduzione pari a 77,2:1, che rende superare qualsiasi ostacolo un gioco da ragazzi.

Inoltre, il differenziale posteriore a slittamento limitato Trac-Lok, disponibile a richiesta sugli allestimenti Sport e Overland, fornisce maggiore trazione e coppia in condizioni di scarsa aderenza – ovvero se si viaggia su sabbia, ghiaia, neve o ghiaccio.

Gli allestimenti Sport, Overland e Rubicon della Gladiator sono contraddistinti dal badge Trail Rated che attesta la leggendaria capacità 4×4 grazie ad una serie di caratteristiche tra cui:

  • Sistema 4×4 Command-Trac active-on-demand con rapporto massimo di riduzione pari a 2,72:1, di serie sugli allestimenti Sport e Overland;
  • Sistema 4×4 Rock-Trac active-on-demand con rapporto “4LO” pari a 4:1 e bloccaggi elettronici dei differenziali Tru-Lok di serie sull’allestimento Rubicon;
  • Piastre di protezione e ganci di traino anteriori e posteriori;
  • Paraurti posteriore da off-road heavy-duty in acciaio (di serie sull’allestimento Rubicon) e paraurti anteriore in acciaio compatibile con verricello e tappi terminali rimuovibili disponibile a richiesta;
  • Angolo di attacco pari a 43,6 gradi, angolo di dosso pari a 20,3 gradi, angolo di uscita pari a 26 gradi e altezza da terra di 28,2 cm;
  • Cerchi da off-road estremo da 17″ disponibili a richiesta; sull’allestimento Rubicon, pneumatici da 32″ di serie;
  • Capacità di guado fino a 76 cm;
  • Capacità di traino pari a 2.722 kg e carico utile massimo in 4×4 pari a 725 kg.

Robusto design body-on-frame, alla base della leggendaria durevolezza e versatilità dei pick-up Jeep

Grazie al design a longheroni (body-on-frame) e a sospensioni a cinque punti di ancoraggio, la Gladiator garantisce capacità 4×4 di riferimento, assicurando al contempo comfort di guida su strada ed elevata sicurezza per i passeggeri.
In particolare, il design a longheroni utilizza materiali e tecniche ingegneristiche avanzatissime per risultare leggerissimo e al contempo rigido e resistente. Il telaio in acciaio altoresistenziale è 78,7 cm più lungo di quello di una Jeep Wrangler a 4 porte, mentre il passo è più lungo di 49,2 cm; quest’ultima caratteristica, in abbinamento al posizionamento del cassone in posizione arretrata rispetto alla linea di mezzeria dell’assale posteriore, consente di ottenere una migliore distribuzione del peso e una guida più fluida durante il trasporto di carico. Gli impianti di accelerazione, frenata, alimentazione e scarico sono stati allungati per ricalcare le modifiche che si sono rese necessarie al fine di adattare l’affidabile design a longheroni al pick-up di medie dimensioni più abile in off-road di sempre.

La Gladiator utilizza l’affidabile configurazione delle sospensioni con molle elicoidali a cinque punti di ancoraggio. Le molle sono state regolate al fine di ottenere l’equilibrio perfetto tra la maneggevolezza su strada e le leggendarie capacità off-road proprie dei modelli Jeep. Il comfort di guida, la maneggevolezza, la capacità di traino e carico sono notevolmente ottimizzati dalla taratura degli ammortizzatori, dalla disposizione dei punti rigidi e di supporto alla carrozzeria.

 Una ricca dotazione di sicurezza con contenuti avanzati

La sicurezza dei passeggeri è stata uno dei punti cardine dello sviluppo della nuova Jeep Gladiator, che offre numerose dotazioni per la sicurezza attiva e passiva. I sistemi di sicurezza a richiesta comprendono il Blind-spot Monitoring con Rear Cross Path Detection, la telecamera da off-road anteriore, il Forward Collision Warning Plus e l’Adaptive Cruise Control con funzione Stop. La dotazione di serie offre la telecamera posteriore ParkView con griglia dinamica, il Park Assist anteriore e posteriore e il Controllo Elettronico della Stabilità (ESC) con dispositivo antirollio.

Avanzato sistema UconnectTM di quarta generazione
La nuova Jeep Gladiator offre due sistemi UconnectTM da 7″ e 8,4″NAV che offrono ai guidatori e ai passeggeri avanzate funzionalità di comunicazione, navigazione e intrattenimento e un quadro strumenti a LED a colori. I sistemi UconnectTM da 7″ o 8,4″NAV includono funzionalità intuitive, maggiore potenza di elaborazione, tempistiche di avviamento più veloci, touchscreen con grafiche ad alta risoluzione e connettività Apple CarPlay e Android Auto per la comunicazione vivavoce, la navigazione e il voice texting.

Oltre 150 esclusivi Jeep® Authentic Accessories powered by Mopar® per la nuova Gladiator
Mopar®  – il marchio FCA dedicato ai prodotti e ai servizi post-vendita dei veicoli del Gruppo – offrirà oltre 150 Authentic Accessories e Jeep® Performance Parts nuovi o appositamente ridisegnati per personalizzare la nuova Jeep Gladiator. I prodotti Mopar includono accessori per uno stile di vita dinamico specifici per pick-up, tra cui coperture e rivestimenti per il cassone, oltre a contenuti per esaltare le prestazioni 4×4 come pedane laterali tubolari, rock rails, cerchi e molti altri ancora, tutti sviluppati appositamente per il nuovo modello.

La Jeep Gladiator personalizzata da Mopar mette in evidenza il potenziale di personalizzazione open-air del pick-up con capacità 4×4 di riferimento
Al Camp Jeep e per la prima volta in Europa saranno esposti due esemplari della Jeep Gladiator nell’allestimento Rubicon, quello più specifico per il fuoristrada. Entrambi saranno equipaggiati con motore benzina Pentastar V6 da 3,6 litri e 285 CV, sistema di trazione 4×4 Rock-Trac e assali anteriori e posteriori Dana 44 di terza generazione.
Il primo dei due esemplari sfoggerà livrea White Clear Coat con hard top in tinta, il secondo avrà esterni Black Clear Coat con hard top in tinta e sarà contraddistinto da una personalizzazione unica creata per l’occasione da Mopar.
Il marchio Mopar ha selezionato dall’ampio catalogo Jeep® Authentic Accessories dedicato al nuovo modello una serie di accessori per sottolineare la funzionalità e il potenziale di personalizzazione anche open-air della Gladiator Rubicon. La personalizzazione open-air comprende cinghie di fissaggio per il parabrezza che consentono di fissarlo in modo sicuro quando si viaggia a parabrezza abbassato. Sul posteriore, barre trasversali Mopar montate sul cassone consentono di installare il portabici Mopar per soddisfare le esigenze dei clienti dallo stile di vita più dinamico. All’insegna di una maggiore funzionalità, rampe di carico pieghevoli semplificano le operazioni di carico nell’area del cassone. Anche gli interni della Jeep Gladiator vantano una personalizzazione unica e presentano maniglie di sostegno Mopar anteriori e posteriori, kit pedaliera, battitacco neri e tappetini all-weather.

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Rita Caridi (33493 Articles)
Nata a Reggio Calabria il 18 giugno 1990 ama tutti gli sport, con un focus particolare sui motori e la pallacanestro. Scrive su SportFair dal 2015
Contact: Website


FotoGallery