Mondiali Nuoto 2019 – Bronzo pazzesco per Martina Carraro nei 100 rana, storica medaglia per l’Italia

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

  • Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

    Gian Mattia D'Alberto - LaPresse

/

Martina Carraro regala la prima medaglia iridata nella rana all’Italia, conquistando il bronzo nei 100 metri dietro King ed Efimova

Martina Carraro scrive una pagina di storia nella rana italiana, l’azzurra infatti vince la prima medaglia iridata in questa specialità per i nostri colori, ottenendo un favoloso bronzo nei 100 metri di Gwangju.

La nuotatrice italiana chiude la sua grande prestazione in 1.06.36, precedendo di soli quattro centesimi la giapponese Aoki. Medaglia d’oro per l’americana Lilly King in 1.04.93, abile a precedere la russa Yuliya Efimova dopo un pazzesco testa a testa. Solo ottava l’altra azzurra Arianna Castiglioni, ultima con il crono di 1.07.06.

Valuta questo articolo

Rating: 4.0/5. From 1 vote.
Please wait...
About Ernesto Branca (28919 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.


FotoGallery