Motori – Riflettori accesi sull’Asfanè DieciDieci, l’esotica hypercar made in Italy interamente costruita a mano [GALLERY]

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

  • LaPresse/Mauro Ujetto

    LaPresse/Mauro Ujetto

/

Asfanè DieciDieci, presentata ieri al Museo dell’Automobile di Torino la prima Hyper-ibrida della casa torinese FV Frangivento

Asfanè DieciDieci, la hypercar ibrida prodotta a Moncalieri, è stata presentata ufficialmente nella serata di ieri con un evento apposito al Museo dell’Automobile di Torino. L’azienda produttrice di questa hyper, la FV Frangivento, una volta presentato il primo prototipo nel 2016 al Salone di Torino, è riuscita dopo tre anni a dare un cuore, o forse è più corretto dire tre, alla sua vettura.

Asfanè DieciDieci

LaPresse/Mauro Ujetto

Sin dalla sua presentazione come concept sembrava non potesse mai arrivare alla produzione, tanto che in maniera goliardica i costruttori hanno deciso di metterle il nome Asfanè, “as fa nen” che in piemontese per l’appunto vuol dire “non si può fare“. Nel 2019 la vettura fa finalmente il suo ingresso sul mercato, spinta da tre motori, un endotermico V10 5.4litri di derivazione Mercedes (gli stessi montati sulle Pagani) montato sul posteriore e due motori elettrici montati sull’asse anteriore, riesce a sviluppare 1010Cv (da questo il nome DieciDieci). Il suo designer Giorgio Pirolo ha dichiarato: “Il bozzetto è nato mentre lavoravo in Cina, 15 anni fa: ho pensato fosse un’auto iconica quando l’ho riscoperto e mi sono accorto che la linea non invecchiava“. La Hypercar torinese è totalmente costruita a mano, le prime richieste sono arrivate dai mercati emirati e cinesi, l’azienda prevede di costruire una prima serie composta da non più di dieci esemplari che saranno venduti alla “hypercifra” di 2 milioni di euro.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 2 voti.
Please wait...


FotoGallery