Tesla Model Y: ecco tutti i dettagli del nuovo suv anti-tedesche [GALLERY]

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

/

Alla viglia del primo milione di vetture prodotte, Tesla presenta Model Y, il nuovo suv elettrico sul mercato dal 2020

Dopo tanta attesa, è stata finalmente presentata, al Design Studio di Palo Alto (California), la nuova elettrica di Tesla.
Si tratta della Model Y, un suv che deriva direttamente dalla Model 3 e sarà infatti prodotta sulle stesse linee della fabbrica di Fremont.
Verrà proposta a trazione posteriore e integrale, con quattro differenti allestimenti: Standard Range, Long Range, Dual Motor AWD e Performance.

Penso che venderemo più Model Y che Model 3, S e X insieme” ha affermato Elon Musk, annunciando che entro i prossimi due mesi Tesla festeggerà il suo primo milione di vetture prodotte.

Sul mercato dalla fine del 2020 inizialmente solo con batteria Long Range per poi proporsi anche in versione entry level. Quest’ultima, che sarà ordinabile solo successivamente, avrà un prezzo di listino che parte da 39mila dollari mentre per una Model Y Long Range saranno necessari almeno 47mila dollari, 51mila per la Dual Motor AWD e 60mila per la Performance.
Nessuna notizia è stata diramata sui listini italiani mentre in altri Paesi europei è già preordinabile con prezzi a partire da circa 55mila euro.
Come la sorella Model 3, sarà in grado di offrire prestazioni di rilievo: la Performance a trazione integrale copre infatti lo 0-100 km/h in circa 3,5 secondi e garantisce una velocità massima di 240 km/h e un’autonomia di circa 450 km.
Qualcosa in meno è previsto invece per la Model Y Dual Motor AWD che offre uno 0-100 km/h in 4,8 secondi e garantisce la stessa autonomia di 450 km circa.
La Standar Range avrà invece un’autonomia di 370 km, uno 0-100 in 5,9 secondi e una velocità massima di 193 km/h.

Palese la derivazione dalla Model 3 tanto negli esterni, dove a cambiare sono praticamente solo le proporzioni, quanto negli interni in cui ritroviamo la stessa atmosfera minimalista e hi-tech
Con un sovrapprezzo di 3.000 dollari e grazie allo spazio ricavato dalle proporzioni riviste, sarà possibile avere tre file di sedili per poter avere fino a 7 posti disponibili.
Gli altri optional disponibili ricalcano perfettamente il listino già offerto da Model 3 come ad esempio l’Autopilot a 3mila dollari e il ‘Full Self Driving Capability’ per il quale sono invece necessari 5mila dollari.
Le tinte disponibili saranno cinque: Solid Black senza sovrapprezzo, Midnight Silver Metallic, Deep Blue Metallic, Pearl White Multi-coat e Red Multi-Coat.

Durante la presentazione, il CEO di Tesla, Elon Musk, ci ha tenuto a ripercorrere la storia della sua azienda soffermandosi anche sulle motivazioni dietro la scelta dei nomi delle sue vetture:
Volevo formare la scritta Sexy, ma la Ford non sarebbe stata contenta se avessi lanciato la Model E”, la S infatti deriva dalla parola sedan mentre la X sta per crossover, gli altri due nomi sono stati scelti proprio per formare la scritta S3XY.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery