Havaianas presenta Retratos: il progetto “Ritratti del Brasile” 2019 realizzato da Tarsila Do Amaral [GALLERY]

/

Havaianas Retratos presenta Tarsila Do Amaral: il classico modello unisex Top interpretato dall’artista brasiliana Tarsila Do Amaral

Havaianas presenta Retratos, il progetto “Ritratti del Brasile” avviato due anni fa con lo scopo di avvicinare la cultura brasiliana al resto del mondo. Nobile, selvaggia, concettuale: è Tarsila Do Amaral l’artista scelta quest’anno per dare vita al progetto. Brasiliana di nascita e dall’inconfondibile stile poetico e colorato, la pittrice fu interprete sensibile dell’epopea del suo Brasile, ritraendo nelle sue opere paesaggi e scene folcloristiche del suo paese natale.

Il classico modello unisex Top di Havaianas diventa, così, una tela bianca da dipingere con tutta la bellezza e la poesia di tre opere di Tarsila Do Amaral, annoverata tra i fondatori del movimento artistico modernista brasiliano degli anni ’20.

Per rendere omaggio a questa icona dell’arte e avanguardista femminile, Havaianas propone tre modelli Top con alcune delle sue opere più famose:

  • A Cuca: la storia di una vecchia signora che ha preso le sembianze di un coccodrillo e che ruberebbe i bambini cattivi.
  • Postcard: una scena naif del paesaggio brasiliano.
  • Anthropophagy: ispirato al Manifesto cannibale di Oswald de Andrade (suo marito), che ha incentivato l’emergere di un’identità culturale brasiliana riconosciuta.

Tarsila Do Amaral

Tarsila do Amaral nacque a San Paolo nel 1886 da una famiglia di coltivatori di caffè. Dopo aver studiato scultura e disegno, si trasferì a Parigi nel 1920 per proseguire i suoi studi all’Académie Julian insieme ad altri artisti famosi. Fu proprio a Parigi che sviluppò il suo inconfondibile stile caratterizzato da colori vibranti che catturano i paesaggi del suo paese natale, il Brasile, ed alcune scene folcloristiche della vita quotidiana locale.

Tarsila Do Amaral è stata annoverata tra gli artisti fondatori del movimento artistico modernista brasiliano negli anni ’20. Il suo uso di temi nativi e il suo stile incoraggiarono l’arte brasiliana ad allontanarsi dalle influenze di altri stili esterni e diedero lo slancio alla creazione di una propria narrativa locale. Tarsila era una persona bella e sensibile, ma allo stesso tempo una donna all’avanguardia rispetto ai suoi tempi. Oltre ad essere stata un’icona della moda, si è espressa anche in altre discipline artistiche diventando sceneggiatrice e pianista.

Dopo la rivoluzionaria esibizione a New York nel 2018, la sua città natale di San Paolo ospiterà la retrospettiva di questa artista pionieristica al MASP (Museo d’Arte di San Paolo) nell’aprile 2019.

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery