‘We sail the silk road’, il mare come veicolo di vita: la Cina diventa più… vicina con Matt e Fab

/

Due amici con la passione per il mare, Matt e Fab pronti per un viaggio in barca vela che partirà da Trieste e si concluderà ad Hong Kong dopo tre mesi

Un team inesorabile, una coppia piena di idee che non smette di inspirarsi a vicenda da più di 8 anni, generando mostre d’arte, documentari e viaggi per mantenersi vivi. L’ultima esaltante idea di Matt e Fab, due amici di lunga data, rappresenta proprio un viaggio intorno al mondo da affrontare in barca a vela verso est. Partenza fissata domenica 3 marzo da Trieste per un’impresa che li porterà ad Hong Kong dopo oltre novanta giorni di avventura, percorrendo 8500 miglia nautiche e attraversando le acque di venti Paesi.

I PROTAGONISTI

Matt è un imprenditore statunitense che vive a Shanghai da più di un decennio e lì ha incontrato Fab, un neuroscienziato italiano che viveva nella megalopoli asiatica. I monsoni estivi porteranno la coppia attraverso le acque di numerose Nazioni – ed i mari notoriamente più pericolosi del pianeta – in un viaggio che durerà nella migliore delle ipotesi 91 giorni. La sfida è spettacolare, la rotta è raramente battuta da imbarcazioni non commerciali, a causa del rischio pirateria nel corno d’Africa e i pericoli dell’Oceano Indiano, soprattutto nella navigazione verso est dalla penisola arabica verso l’India. Sarà un’impresa titanica ed un viaggio fino al centro dell’uomo e dell’amicizia. “Sulla barca saremo proprio in due – le parole di Fab ai microfoni di SportFairdue amici che hanno vissuto dieci anni a Shanghai. Non abbiamo una vera e propria esperienza velica oceanica, siamo velisti amatoriali ma con un grande spirito di avventura. Abbiamo deciso due anni fa di fare questa avventura, chiamandola ‘We sail the silk road’: partiremo dalla nostra città natale e raggiungeremo i luoghi in cui abbiamo vissuto e che sono diventati la nostra seconda casa. Il mare come veicolo di vita e movimento, vogliamo ricreare un link tra la vita in Italia a quella che era la nostra esistenza nell’Estremo Oriente. Dopo il Canale di Suez avremo solo il telefono satellitare, potremmo mandare solo messaggi scritti e questo aumenterà la nostra difficoltà. Vogliamo che la Cina diventi così… più vicina, raggiungendola con una barca da diporto“.

L’IMBARCAZIONE:

NEMESIS 1839 è il nome della barca si ispira alla nave da guerra della marina britannica varata nel 1839 ed impiegata nella guerra dell’oppio in Cina. Nemesis nel suo significato più pregnante allude anche alla discesa nelle profondità della psiche umana, avventura che Matt e Fab si accingono ad affrontare per l’ennesima volta.

LA ROTTA:

Partenza: Trieste, Italia.

Arrivo: Hong Kong, Cina

Paesi da attraversare: Slovenia, Croazia, Montenegro, Albania, Grecia, Egitto, Arabia Saudita, Sudan, Eritrea, Yemen, Djibouti, Somalia, India, Malesia, Singapore, Vietnam, Cina.

 

Valuta questo articolo

No votes yet.
Please wait...
About Ernesto Branca (28152 Articles)
Nato a Reggio Calabria il 6 ottobre 1989, è un appasionato di sport. Laureato nel 2015 in Giurisprudenza, scrive per SportFair dal 2015.
Contact: Website


FotoGallery