Genoa-Spal si dividono la posta in palio: Prandelli strappa un punto giocando in 10 per 80 minuti, che battaglia a Marassi

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

  • LaPresse/Tano Pecoraro

    LaPresse/Tano Pecoraro

/

Genoa-Spal, Prandelli all’esordio sulla panchina del Grifone strappa un punto nonostante l’inferiorità numerica prolungata

Genoa-Spal, la prima di Prandelli sulla panchina del Grifone è terminata in pareggio. Un 1-1 giusto per quanto visto in campo nei novanta minuti, condizionato inevitabilmente dall’episodio che ha cambiato l’incontro. L’arbitro Pasqua infatti, dopo soli 10 minuti di gioco, ha espulso Criscito per fallo su Schiattarella. Genoa dunque in 10 e sotto di una rete poco dopo, con Petagna che è riuscito a portare avanti i suoi con una zuccata da pochi passi. A pareggiare i conti il solito Piatek, il quale su calcio di rigore ha impattato sull’1-1 grazie anche all’ausilio del Var. Dunque inizio positivo per Prandelli che strappa un punto nonostante una situazione non idilliaca dopo il rosso di Criscito. La corsa alla salvezza passerà per altre battaglie come quella odierna, Prandelli lo sa bene.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery