Salone di Cannes 2018, il debutto del nuovo magnifico Dreamline 35 [GALLERY]

  • Maurizio Paradisi

    Maurizio Paradisi

  • Photographer: Maurizio Paradisi

    Photographer: Maurizio Paradisi

  • Maurizio Paradisi

    Maurizio Paradisi

  • Maurizio Paradisi

    Maurizio Paradisi

  • Maurizio Paradisi

    Maurizio Paradisi

  • Maurizio Paradisi

    Maurizio Paradisi

  • Maurizio Paradisi

    Maurizio Paradisi

/

Dreamline Yachts si presenta in grande stile al salone di Cannes 2018 esibendo in anteprima mondiale il suo ultimo ed esclusivo modello motoryacht Dreamline 35

Il nuovo Dreamline 35, che debutterà in anteprima assoluta al prossimo Cannes Yachting Festival, sarà un ulteriore esempio della capacità di Dreamline Yachts di offrire il meglio del made-in-Italy più esclusivo, realizzato in collaborazione con Team for Design di Enrico Gobbi e il con il Tecnical Department Dreamline. Le eccezionali performance garantite dalla carena sviluppata da Arrabito Naval Architects, nella persona di Giuseppe Rabbito. Totalmente personalizzabile negli interni come tutti i progetti Dreamline Yachts, questa imbarcazione si caratterizza per un design esterno dalle linee nette e filanti e per gli eleganti quanto spaziosi ambienti interni, dove raffinati giochi di specchi regalano la sensazione di vivere in spazi ancora più ampi.

Maurizio Paradisi

Innovazione tecnologica e precisione costruttiva sono tra le caratteristiche principali del nuovo Dreamline 35M che, oltre a mantenere le caratteristiche vincenti del primo modello 26M, come la suite armatoriale con vista panoramica di 270 gradi, si distingue per i tanti innovativi dettagli progettuali pensati per garantire livelli di alto comfort inaspettati su barche di tale lunghezza. Know how e tecnologia all’avanguardia hanno consentito di ridurre al minimo rumori e vibrazioni a qualsiasi andatura e in ogni ambiente, per raggiungere una totale insonorizzazione specialmente nella cabina armatoriale del ponte principale. Un altro particolare che merita attenzione, specialmente dal punto di vista dell’innovazione, è la plancia sul FlyDeck, interamente movimentabile verso l’esterno. Quest’ultima permette al comandante di avere a disposizione un’ala di plancia utile nelle manovre in acque ristrette senza rinunciare alla sua postazione e ai comandi principali. È una scelta, per altro, frutto dell’esigenza dei comandanti di avere alette di plancia maggiormente protese all’esterno, combinata con la ricerca di soluzioni efficaci sia dal punto di vista pratico sia da quello estetico.

Peter Zuber, fondatore dell’azienda e ispiratore dell’intera filosofia dei progetti Dreamline, ha inoltre ideato soluzioni capaci di reinterpretare alcune zone della barca incrementandone ancora di più l’accessibilità agli spazi, rendendoli perfettamente fruibili anche da passeggeri con disabilità. Ne sono un esempio la passerella totalmente custom che consente la salita e la discesa a bordo a prescindere dall’altezza della banchina, i balconi o ancora, le parti abbattibili che incrementano le superfici all’aperto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valuta questo articolo

5.0/5 da 1 voto.
Please wait...


FotoGallery