Un calvario chiamato ‘esperienza di vita’: Arianna Barbieri racconta la sua malattia, ma adesso è ora di tornare in piscina

/

Il racconto shock di Arianna Barbieri: la nuotatrice italiana svela il suo calvario con un post su Instagram

E’ terminata ieri l’avventura della Nazionale italiana di nuoto agli Europei di Glasgow 2018: gli azzurri hanno dimostrato un carattere forte e tanta tenacia, conquistando importantissime medaglie e sorprendenti oro. La rassegna europea si è conclusa con ben tre ori per l’Italia, salita sul gradino più alto del podio con Codia, Panziera e Quadarella.

Oggi, al termine dell’Europeo, proprio dal mondo del nuoto arriva un racconto tanto agghiacciante quanto positivo e ricco di ottimismo. A lasciare tutti sorpresi sono le parole di Arianna Barbieri, 29enne nuotatrice italiana, che ha partecipato alle Olimpiadi di Londra: l’azzurra ha raccontato infatti il suo calvario, promettendo di tornare presto in piscina a fare ciò che più ama.

22/01/2018
10/08/2018
Queste sono le date di inizio e di fine di questa mia ultima esperienza di vita. Con oggi finisco un periodo fatto di prelievi , pastiglie, punture , flebo , attese (tante) , dubbi ,pianti, nausea, stanchezza, tristezza, sconforto , picchi e ricadute. Un calvario di nome linfoma di Hodgkin. Siccome siamo padroni del nostro destino solo in parte, ho preso ciò che mi arrivava e ho cercato di accoglierlo al meglio. Per me questa malattia è stata un’arma a doppio taglio, una possibilità che la vita mi ha dato per crescere ed amarla sempre di più, una sfida e un’occasione per conoscere me stessa. Tantissime persone mi hanno aiutato nei momenti peggiori , anche solo con un piccolo pensiero e vi ringrazio davvero tanto❤️. Ora inizia una vita nuova , un voltare pagina riprendendo da quello che ho lasciato e che amo di più. Ci vediamo in piscina…

 



FotoGallery