Tour de France, che spettacolo sul pavè di Roubaix: vince Degenkolb ma Nibali e Pozzovivo volano, il duo del Team Bahrain è l’orgoglio italiano. Ecco la nuova classifica generale e tutte le FOTO

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

  • AFP/LaPresse

    AFP/LaPresse

/

Tour de France, Nibali e Pozzovivo orgoglio italiano sul pavè della Roubaix: sono i migliori al traguardo e in classifica generale

Grande spettacolo nella 9ª tappa del Tour de France che oggi s’è conclusa a Roubaix dopo un percorso mozzafiato sul pavè della regina delle classiche: tra cadute, forature e attacchi dei big. A farne le spese soprattutto Richie Porte, costretto al ritiro per una rovinosa caduta dopo 5km, ma anche il suo compagno di squadra Tejay van Garderen e i colombiani Egan Bernal e Rigoberto Uran, tutti pesantemente attardati sul traguardo. Nessuno oggi ha vinto il Tour, loro l’hanno già perso. Invece alla fine hanno rimediato soltanto 7 secondi di ritardo Mikel Landa e Romain Bardet, vittime rispettivamente di una brutta caduta e di tre forature: se la sono vista brutta, ma sono riusciti a limitare i danni.

Ha vinto la tappa un fantastico Degenkolb, che sul traguardo ha anticipato la maglia gialla Greg Van Avermaet. Tra i più vivaci uomini di classifica ci sono stati Froome e Dumoulin che hanno provato più volte l’attacco. A stopparli più volte è stato un sorprendente Nairo Quintana. Ha speso certamente meno Vincenzo Nibali, che non s’è mai visto in testa al gruppo: forte della sua grande esperienza, ha capito in anticipo che oggi non ci sarebbero stati distacchi tra gli uomini di classifica ed è rimasto sempre nella pancia del gruppo, dosando le forze. Insieme a lui un fantastico Domenico Pozzovivo: i due italiani del Team Bahrain-Merida sono adesso sempre più vicini alla top ten della classifica generale, che oggi ha avuto altri importanti scossoni.

Ecco la nuova classifica generale:

  1. Greg Van Avermaet
  2. Geraint Thomas a 43”
  3. Philippe Gilbert a 44”
  4. Bob Jungels a 50”
  5. Alejandro Valverde a 1′ e 31”
  6. Rafal Majka a 1′ e 32”
  7. Jakob Fuglsang a 1′ e 33”
  8. Chris Froome a 1′ e 42”
  9. Adam Yates a 1′ e 42”
  10. Milek Landa a 1′ e 42”
  11. Kragh Andersen a 1′ e 43”
  12. Vincenzo Nibali a 1′ e 48”
  13. Primoz Roglic a 1′ e 57”
  14. Bauke Mollema a 1′ e 58”
  15. Tom Dumoulin a 2′ e 03”
  16. Steven Kruijswijk a 2′ e 06”
  17. Romain Bardet a 2′ e 32”
  18. Warren Barguil a 2′ e 37”
  19. Ilnur Zakarin a 2′ e 42”
  20. Domenico Pozzovivo a 2′ e 48”
  21. Nairo Quintana a 2′ e 50”
  22. Rigoberto Uran a 2′ e 53”
  23. Peter Sagan a 3′ e 08”
  24. Daniel Martin a 3′ e 22”

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery