Tiro con l’arco – Coppa del mondo: due bronzi per gli azzurri

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

  • Dean Alberga

    Dean Alberga

/

Coppa del Mondo di Tiro con l’arco a Berlino: Marcella Tonioli e il trio maschile di bronzo. Tionioli qualificata per la finale di World Cup come Nespoli

Marcella Tonioli e la squadra maschile compound formata da Sergio Pagni, Elia Fregnan e Valerio Della Stua vincono la medaglia di bronzo nella quarta tappa di Coppa del Mondo di Berlino. L’azzurra ha battuto la turca Yesmin Bostan 146-145, guadagnandosi i 18 punti fondamentali per qualificarsi per la finale di World Cup. Gli azzurri vincono il match per il bronzo con la Russia 231-230 grazie a un punto di riga che evita lo spareggio in un match equilibratissimo.

L’Italia ha quindi chiuso le 4 tappe del circuito ottenendo la qualificazione per la finale di coppa che si disputerà a Samsun (Tur) il 29 e 30 settembre con due atleti: Mauro Nespoli nell’arco olimpico e Marcella Tonioli nel compound.

L’ITALIA DEL COMPOUND DI BRONZO – Soffre, va sotto, recupera e vince dopo la valutazione attenta dell’arbitro della penultima freccia scoccata. L’Italia del compound formata da Sregio Pagni, Elia Fregnan e Valerio Della Stua vive una finale per il bronzo molto intensa e alla fine la spunta contro la Russia (Bulaev, Dambaev, Voronov) per 231-230. La partenza è tutta a favore della nazionale dell’est che vince la prima volée 58-57 e poi con sei “10” si prende anche la seconda 60-58. Tre punti di svantaggio a questi livelli pesano, ma gli azzurri riescono nella terza tornata di frecce a recuperare tutto il distacco con un netto 59-56. Gli ultimi sei tiri iniziano sul 174-174, l’equilibrio sembra regnare sovrano anche nella quarta volée che si chiude inizialmente 56-56 ma c’è ancora un dubbio sulla penultima freccia dell’Italia che deve essere valutata perché ad una prima occhiata sembra sul 9 ma potrebbe anche essere un dieci. Sul 230-230 l’arbitro si avvicina al paglione, guarda attentamente e rileva il tocco del dardo sulla linea del 10. E’il tripudio azzurro perché lo score cambia e segna il definitivo 231-230.

TONIOLI SUL PODIO E IN FINALE DI COPPA 
– Marcella Tonioli firma la seconda medaglia di giornata per l’Italia.

La compoundista azzurra batte nella sfida per il bronzo la turca Yesim Bostan 146-145 e conquista i 18 punti che le servono per scalare il ranking di coppa e guadagnarsi la finalissima che si disputerà a Samsun (Tur) il 29 e 30 settembre. Il match tra due delle migliori specialiste del pianeta vive di grande equilibrio, nelle prime sei frecce nessuna delle pretendenti al podio riesce a mettere la testa avanti (29-29 e 28-28 i parziali). Poi Tonioli piazza l’accelerata decisivi con due “30” di fila che valgono due punti di vantaggio visto che la turca si ferma in entrambi i casi a “29”. Bostan prova la rimonta ma il 30-29 dell’ultima volée non cambia le sorti del match, finisce 146-145 per Marcella Tonioli che si mette al collo il bronzo.

L’Italia chiude così le 4 tappe della Hyundai Archery World Cup con 2 qualificati per le finali di Samsun: Mauro Nespoli nell’arco olimpico e Marcella Tonioli nel compound. L’atleta dell’Aeronautica aveva già affrontato la finale a Parigi nel 2013 dove chiuse con l’8° posto. Per la Tonioli ci sarà invece la possibilità in Turchia di bissare il successo di coppa del 2016 a Odense (Den).

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery