Nuova Jeep Wrangler: ecco come va la Regina dei fuoristrada [GALLERY]

/

La Wrangler è stata protagonista di un interessante test effettuato nella suggestiva cornice del Jeep Camp che si trova in Austria

La Casa americana rinnova nell’estetica e nei contenuti la Jeep Wrangler affinando le doti fuoristradistiche di questo mitico 4×4 e nello stesso tempo lo ha reso più curato e decisamente più tecnologico.  La vettura è stata quindi oggetto di un test nel Camp Jeep di Spielberg che si trova nella suggestiva Austria.

Progettata per dominare i più impegnativi percorsi off-road, Jeep Wrangler è il risultato di oltre settantacinque anni di leadership nello sviluppo di sistemi 4×4. Lo dimostrano i due sistemi di trazione integrale disponibili: quello denominato Command-Trac è presente sulle versioni Sport e Sahara mentre quello Rock-Trac equipaggia il modello Rubicon, il più estremo e abile nella guida off-road. Entrambi i sistemi sono dotati di scatola di rinvio Selec-Trac full time a due velocità per il monitoraggio e la gestione continua della coppia inviata alle ruote anteriori e posteriori.

In dettaglio, il sistema di trazione integrale Command-Trac dispone di una scatola di rinvio a due velocità, con rapporto per le marce ridotte di 2.72:1, nonché di robusti assali anteriori e posteriori Dana next-generation con rapporto al ponte di 3,45 per versioni benzina, e 3,73 per versioni diesel. Il sistema prevede quattro modalità di guida (più la modalità Neutral): 2H (High – a due ruote motrici), 4H AUTO (High – a quattro ruote motrici Full-Time Active On-Demand), 4H Part-Time (High – a quattro ruote motrici Part-Time) , N (Neutral) e 4L (a quattro ruote motrici con marce ridotte).

 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery