Suzuki Jimny – Nuovo in tutto, fedele nella tradizione: arriva la quarta generazione del mitico Suzukino

/

Mostrate le prime immagini della quarta generazione di SUZUKI JIMNY: compattezza e tecnologia rendono JIMNY agile in città e imbattibile nel fuoristrada, dove può contare su un nuovo telaio a longheroni con sospensioni ad assale rigido, trazione integrale e marce ridotte

JIMNY volta pagina e resta fedele a se stesso e ad una formula che ne decreta il successo mondiale sin dal 1970. La nuova e quarta generazione del mitico Suzukino si presenta completamente rinnovata, mantenendo però la filosofia dei leggendari modelli del passato, venduti fino a oggi in oltre 2,85 milioni di esemplari in più di 194 paesi.

La quarta generazione di JIMNY dimostra come questo modello abbia saputo attraversare le epoche e le mode senza snaturarsi, come accaduto invece a tante altre fuoristrada, divenute oggi SUV cittadini. Una filosofia progettuale, focalizzata su performance e concretezza, che ha anticipato i tempi e che ancora oggi si pone all’avanguardia, esempio ineguagliato di praticità, libertà, carattere e spirito di avventura.

A cavallo tra il passato e il futuro

Suzuki JIMNY adotta una linea inconfondibile, con evidenti richiami alla tradizione e forme nate per renderlo imbattibile nel suo ambiente naturale: l’off-road. Il cofano alto e le forme squadrate delle lamiere sono stilemi che rendono JIMNY immediatamente riconoscibile come erede della gloriosa stirpe di Hamamatsu e fondamentali per ottimizzare gli ingombri nei passaggi off-road più impegnativi. I fari tondi, oggi a led, con indicatore di direzione separato, sono un tributo al capostipite LJ 10 del 1970. Nel segno della continuità, torna anche l’iconica mascherina a cinque feritoie che dà al frontale un caratteristico family feeling e omaggia la seconda generazione degli SJ degli anni ‘80.

I passaruota allargati danno invece un tocco grintoso alla linea, che può essere personalizzata scegliendo una delle molte colorazioni a catalogo, comprese tre moderne livree BiColor con tetto nero a contrasto.

Pronta a tutto

Suzuki JIMNY ha un look solido e robusto e, grazie alla sua tecnologia, è pronto ad affrontare qualsiasi viaggio, su strada e in fuoristrada. La scocca poggia su un nuovo telaio a traverse e longheroni: la soluzione ottimale per resistere alle dure sollecitazioni dei veri percorsi fuoristrada. Il telaio e le sospensioni con ponte rigido, permettono di sfruttare appieno gli ampi angoli di attacco, uscita e dosso, garantiti dagli sbalzi contenuti e dall’elevata altezza da terra. A completare un quadro tecnico straordinario c’è l’immancabile trazione integrale 4WD ALLGRIP PRO con riduttore, che consente di superare ostacoli insormontabili per altre vetture e di vivere un’incredibile esperienza di libertà alla guida. Inoltre, anche quando è chiamato ad affrontare trincee di fango, guadi o le boscaglie più fitte, il Suzukino non rinuncia a offrire un comfort adeguato ai suoi passeggeri, grazie ad un abitacolo studiato, rifinito ed equipaggiato con cura e razionalità e progettato per permettere al pilota di concentrarsi su quello che veramente conta: la guida e la natura che lo circonda.

Un mito intramontabile

Nel mondo ci sono posti che si possono raggiungere solo a bordo di JIMNY.

Suzuki JIMNY si può considerare il vero capostipite di tutti i fuoristrada ultracompatti. Sin dal lancio del primo modello, all’inizio degli Anni 70, si è distinto come unico nel panorama automobilistico mondiale. Compattezza, agilità e una straordinaria trazione integrale gli hanno permesso di rispondere in modo puntuale alle esigenze di mobilità di molti cittadini, enti, pubbliche amministrazioni e forze dell’ordine, dimostrandosi imbattibile negli spazi stretti e sui terreni a bassa aderenza.

La seconda generazione, introdotta nel 1981, è stata antesignana dei fuoristrada urbani. Con lei, per la prima volta un piccolo fuoristrada si è affermato come un fenomeno di tendenza a livello internazionale, sia per il pubblico maschile, sia per quello femminile.

La terza generazione di JIMNY, lanciata nel 1998, ha saputo evolvere ulteriormente questo approccio, con una nuova attenzione al comfort, alla praticità e alla maneggevolezza nell’impiego su asfalto, senza per questo sacrificare le performance nell’off-road.

Ora, dopo vent’anni, è proprio questo modello a passare il testimone alla quarta generazione di JIMNY, pronta ad alzare l’asticella delle prestazioni così come del comfort, della sicurezza e della versatilità.

Preparatevi a vivere la filosofia Suzuki: “NOBODY BUT JIMNY”.

Suzuki, tradizione e innovazione dal 1909

Suzuki Motor Corporation è uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo. Nel settore automobilistico l’Azienda è attualmente all’11° posto nella classifica mondiale dei Costruttori Automobili (fonte OICA), con oltre 3 milioni di vetture prodotte all’anno, ed è leader sul mercato giapponese nei segmenti Keicar e Passenger car. L’Azienda nasce nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki, che, nella cittadina di Hamamatsu, in Giappone, costruisce uno stabilimento per la produzione di telai tessili. Nel 1920 l’Azienda viene profondamente riorganizzata al fine di intraprendere il cammino industriale su scala internazionale, prendendo il nome di Suzuki Loom Manufacturing Co.

Nel 1954 l’Azienda diviene Suzuki Motor Corporation Ltd e l’anno seguente, nel 1955, nasce Suzulight la prima automobile a marchio Suzuki, seguita nel 1970 da Jimny serie LJ10, il primo 4×4 compatto.

Da allora in avanti, l’attività industriale nei differenti settori ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery