Canottaggio – Rowing Together Città di Salerno: un successo enorme sul Lungomare Trieste [GALLERY]

/

Che successo il Rowing Together Città di Salerno. Appuntamento alla 5ª edizione nel 2019

canottaggioSotto un sole cocente e tra gli applausi di pubblico e atleti si è conclusa oggi la quarta edizione di ROWING TOGETHER Città di Salerno che ha visto competere sul Lungomare Trieste alcuni tra i più importanti Circoli remieri italiani anche quest’anno affiancati da due  prestigiosi team provenienti da Cambridge. Ospite d’onore della giornata Giuseppe Abbagnale, Presidente della Federazione Italiana Canottaggio, che in questa occasione ha raccontato il suo sogno di  “un canottaggio sul modello anglosassone, nel quale università e scuole abbiano una sinergia con le società sportive”. “Questa manifestazione – ha aggiunto Abbagnale – promuove il canottaggio e va nella direzione dell’inclusione con la presenza degli atleti Special Olympics. E lo stato del canottaggio nel nostro Paese – ha concluso – è oggi più che buono”.

Nelle due giornate dell’evento – organizzato dalla Happening Sport con Antonio Ricciardi e Paola Mancini e dal Circolo Canottieri IRNO – 40 competizioni per 2 sport, 3 categorie, 20 circoli, 30 equipaggi canottaggio, 270 atleti master canottaggio, 40 atleti juniores canoa, 40 atleti Special Olympics, 100 accompagnatori, 20 persone di staff. Un grande pubblico tra tifosi, appassionati, turisti, curiosi. Una festa del remo e della pagaia, ma anche una grande prova agonistica da parte di tutti i partecipanti che si sono scontrati in acqua e al remergometro in una serie di sfide all’ultimo respiro. Lo spirito della manifestazione – remare insieme, ex olimpionici, ex atleti, atleti master, donne e uomini, giovani e meno giovani, atleti Special Olympics – è stato pienamente fatto proprio dai partecipanti, senza che nulla venisse tolto all’agonismo.

La classifica, dopo scontri davvero agguerriti in tutte le categorie, ha decretato per gli “equipaggi misti” la vittoria di “Tiber – DLF Chiusi – Xpress” seguito dall’equipaggio “Xpress” e da Effe Luca”.  La finale femminile  è stata  appannaggio dell’equipaggio “Tiber- DLF Chiusi- Xpress”. Al secondo posto le ragazze del circolo romano “Canottieri 3Ponti” con l’equipaggio Giusy e bronzo all’equipaggio napoletano “Savoia”. In chiusura le sfide della categoria maschile che hanno registrato l’oro del “CRV  Italia – Telimar – Brindisi Rowing Club”, l’argento del “C.C. Irno 2”  mentre il bronzo è andato all’equipaggio di Cambridge “Xpress”.

Classifica a parte per i timonieri di fama mondiale Gaetano Iannuzzi e Gianluca Barattolo che, con la loro presenza, hanno reso più prestigiosa l’edizione di quest’anno. La gara, si fa per dire, è stata vinta da Iannuzzi con 11 vittorie contro le 10 dell’amico/collega Barattolo.

Un capitolo a sé merita la partecipazione dei 40 atleti Special Olympics, ragazzi con disabilità mentali che attraverso lo sport migliorano la qualità della propria vita quotidiana e quella di chi ha la fortuna di allenarsi o gareggiare con loro. Gli atleti Special si sono cimentati in gare a squadre con prove individuali e a staffetta su remergometro e in tirate in acqua. Per la prima volta in otto di tipo jole, 23 atleti Special con i loro atleti partner hanno dato vita a tre gare “punta a punta” sul regolamentare percorso dei 500 metri.  Molto coinvolgente anche la prestazione delle giovanissime atlete Special di ginnastica ritmica della Polisportiva Popilia di Salerno, che si sono esibite sul lungomare con il nastro e la palla. Farfalle in rosa e nero che non si sono risparmiate nonostante il grande caldo, emozionando il pubblico presente.

A premiare gli atleti lo stesso Giuseppe Abbagnale, che ha premiato anche i due timonieri d’eccezione, ed Andrea Santi in rappresentanza della Fondazione Terzo Pilastro – Internazionale che,  main sponsor di questa quarta edizione, ha anche offerto in premio un remergometro  alle prime tre squadre classificate degli equipaggi misti, maschili e femminili .

Una manifestazione promozionale di canoa ha chiuso la quarta edizione di Rowing Together. In campo atleti di tre società, CIrcolo Canottieri Irno, Canottieri Agropoli e Circolo Nautico Marina di Alimuri. Tre le classi di età: under 18, under 14 e under 12. Fra gli under 18 il podio è tutto dell’Irno: vince la medaglia d’oro Dario Donadio, l’ argento Angelo Di Giacomo, il bronzo Gianmarco De Simone. Fra gli under 12 1° classificato è Federico Fabris, Irno, 2° Giancarlo Russo, atleta della Canottieri Agropoli, 3° Pasquale Napolitano, Canottieri Agropoli. Nella finale degli under 14 prevale Mauro Marciano, del Circolo Nautico Marina di Alimuri, 2° è Cristian De Simone, Canottieri Irno, 3° Tommaso D’Esposito, del Marina di Alimuri. Ha concluso la manifestazione una staffetta mista  di grande effetto: e sui 200 metri la palma dei migliori è andata a Fabris, Donadio, D’Esposito e a Anna Reznikova.

Il successo del campionato è merito anche di chi l’ha sostenuto. Rowing Together Città di Salerno ha avuto il Patrocinio Morale della REGIONE CAMPANIA e l’appoggio della FEDERAZIONE ITALIANA CANOTTAGGIO che fin dall’inizio ha sposato la manifestazione e di fatto ne ha reso possibile con i suoi atleti la realizzazione e che da quest’anno è affiancata per l’area Canoa dalla FEDERAZIONE ITALIANA CANOA KAYAK.

Molti sponsor hanno condiviso la mission della manifestazione: la rivista Plein Air, le Assicurazioni Generali, le ceramiche Solimene – che hanno fornito tra l’altro le particolari medaglie in ceramica dipinta a mano – MSC Crociere, l’acqua Uliveto, gli integratori Berry.En, l’olio Colavita, il ristorante Anema e Cozze, il caseificio Taverna Penta, la gioielleria Ventrella, la cioccolateria Caffarel, la GD Tecnologie Interdisciplinari Farmaceutiche. Technical Partner CONCEPT 2, Media Partner Corriere dello Sport e Radio Show Italia. Sponsor tradizionale di Rowing Together fin dal primo anno l’Azienda Agricola Biologica Barone Antonio Negri.

Un grazie speciale a Riccardo Dezi e Giulia Benigni del Circolo Canottieri 3 Ponti di Roma, a loro volta atleti e allenatori che hanno fornito barche e remergometri per le competizioni e assicurato l’organizzazione tecnica canottaggio.  Grande soddisfazione quindi per Antonio Ricciardi e  Paola Mancini della Happening Sport organizzatrice del campionato insieme allo storico Circolo Canottieri IRNO, padrone di casa. Rosario Buonomo, Vicepresidente sportivo del Circolo ha promesso di “lavorare insieme alla Happening affinché questo evento diventi un appuntamento fisso a Salerno, in bilico tra sport, agonismo, inclusione e turismo”. Con un  sogno, quello di “coinvolgere anche le altre discipline sportive del mare”.



FotoGallery