La Notte del Maestro – L’addio al calcio di Andrea Pirlo: il racconto della serata fra campioni, nostalgia e tanta… ignoranza [GALLERY]

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • Foto LaPresse - Spada

    Foto LaPresse - Spada

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • Foto LaPresse - Spada

    Foto LaPresse - Spada

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • Foto LaPresse - Spada

    Foto LaPresse - Spada

/

La Notte del Maestro, l’addio al calcio di Pirlo regala una partita ricca di campioni, numeri e tanta nostalgia: il racconto della gara con una punta di… ignoranza

Il 21 maggio del 1995 Andrea Pirlo faceva il suo esordio nel mondo del calcio professionistico. Il 21 maggio del 2018 Andrea Pirlo dà l’addio al calcio ne ‘La Notte del Maestro’, una serata interamente dedicata al ‘Maestro’ del calcio, capace di incantare con la sua classe i tifosi di tutto il mondo. In campo i campioni che hanno accompagnato Pirlo durante la sua carriera: dallo storico blocco Milan, a quello della Juventus, dai compagni del Mondiale del 2006 a Baronio e Diana del Brescia. Una partita ricca di fenomeni che fra risate e qualche numero, non hanno messo da parte il loro lato competitivo. Com’è andata? Spettacolo e ignoranza non sono mancati!

1° tempo

    • Entrano i giocatori, mai visti così tanti campioni in campo: Rui Costa, Del Piero, Lampard… ma anche Storari, Favalli e Brocchi
    • Dopo 53 secondi assist Serginho e gol Shevchenko: ad ogni tifoso del Milan scende una lacrima pensando a Rodriguez e Kalinic

      • Zanetti è talmente in forma che ha iniziato la preparazione fisica in estate con l’Inter

        AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

      • Raddoppia Quagliarella per la squadra blu ma non esulta: è un ex dei bianchi
      • Seedorf prova il gol da centrocampo, Del Piero il tiro a giro, Pirlo la maledetta: ridateci i primi anni 2000!
      • Pato! Scatto, dribbling, tiro a giro e gol. Il tutto senza infortunio. È record a San Siro

    • Cassano non corre dal 2015, ma disegna calcio e si diverte come un matto… e fa anche gol
    • Cafù (47 anni) corre come un ragazzino e segna dopo un inserimento in velocità da metà campo: Gattuso guarda Abate in panchina e impreca in calabrese stretto
    • Fa gol anche Vieri che esulta come avesse vinto il torneo del giovedì insieme a Ibou Ba e Aldo “lo schifoso”

  • Seedorf prova un tunnel su Pirlo nella notte d’addio: poi segna di testa come fosse Drogba. Buffon dalla panchina grida: “insensibile

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

2° Tempo

    • Entra Brocchi, fa gol e San Siro quasi non se ne accorge. Esce per far entrare Gattuso e trema lo stadio
    • La partita di Gattuso dura 5 minuti: Rino esce dal campo dopo aver rotto Ventola e ‘litigato’ con Tevez e Diamanti

    • Da una parte Totti dall’altra Aimo Diana, si alza il tasso tecnico di entrambe le squadre
    • Entra Matri, ovazione del pubblico femminile
    • Abate fa assist a San Siro (giocando a sinistra): cose che possono accadere solo in notti come queste
    • Inzaghi tocca il primo pallone… fa gol. Certe cose non cambiano mai

    • Totti. Insegna. calcio.
    • Inzaghi tocca il 2° pallone e… sbaglia. Si arrabbia, al 3° fa gol di nuovo. Rigorosamente da 1 metro
    • Esce Pirlo, entra Pirlo: Andrea lascia il posto al figlio Niccolò fra gli applausi di tutto il Meazza

  • A fine partita entra Buffon: “scusate ero al corso di francese”
  • Fermi tutti! Manca Ronaldinho?! Ha perso l’aereo… quando rigiochiamo?
  • Inzaghi fa tripletta. SuperPippo ha segnato più gol a San Siro in una notte di Kalinic e Andrè Silva in tutto il campionato

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO

  • Finisce 7-7. Più classe in una sola partita che nell’intera fashion week. Inzaghi ruba il pallone, Pirlo portato in trionfo. Cala il sipario su ‘La Notte del Maestro’

    AFP PHOTO / MARCO BERTORELLO



FotoGallery