Top&Flop – Promossi e bocciati del Tennis: ecco i protagonisti maschili (nel bene e nel male) del 2017 [GALLERY]

  • Federer e Nadal: tornati da due infortuni gravi, si sono ripresi tutto con gli interessi. Si sono divisi gli Slam e i principali tornei, Rafa ha dominato sul rosso ed è tornato n°1, ma Roger ha vinto tutti gli scontri diretti. 'Immortali' (LaPresse/XinHua)

    Federer e Nadal: tornati da due infortuni gravi, si sono ripresi tutto con gli interessi. Si sono divisi gli Slam e i principali tornei, Rafa ha dominato sul rosso ed è tornato n°1, ma Roger ha vinto tutti gli scontri diretti. 'Immortali' (LaPresse/XinHua)

  • Dimitrov: problemi psico-fisici alle spalle, Dimitrov è finalmente tornato. Il bulgaro ha vinto il suo primo Masters 1000 a Roma e per la prima volta le Finals ATP. Importanti anche i successi a Brisbane e Sofia e il 3° posto ATP. 'Rinato' (LaPresse/Xinhua)

    Dimitrov: problemi psico-fisici alle spalle, Dimitrov è finalmente tornato. Il bulgaro ha vinto il suo primo Masters 1000 a Roma e per la prima volta le Finals ATP. Importanti anche i successi a Brisbane e Sofia e il 3° posto ATP. 'Rinato' (LaPresse/Xinhua)

  • Zverev: la stagione della consacrazione. Nonostante una seconda parte di 2017 in calo, Zverev ha lottato testa a testa con i grandi (è n°4 al mondo!), conquistando il suo primo Masters 1000 a Roma. Lo step successivo è uno Slam. 'Predestinato' (LaPresse/PA)

    Zverev: la stagione della consacrazione. Nonostante una seconda parte di 2017 in calo, Zverev ha lottato testa a testa con i grandi (è n°4 al mondo!), conquistando il suo primo Masters 1000 a Roma. Lo step successivo è uno Slam. 'Predestinato' (LaPresse/PA)

  • Fognini: il portabandiera azzurro. Fabio ha scalato in fretta la classifica, tornando fra i primi 30 al mondo. Ha conquistato il torneo di Gstaad e, insulti alla giudice di linea a parte, ha tenuto anche la testa a posto. 'Orgoglio e pregiudizi

    Fognini: il portabandiera azzurro. Fabio ha scalato in fretta la classifica, tornando fra i primi 30 al mondo. Ha conquistato il torneo di Gstaad e, insulti alla giudice di linea a parte, ha tenuto anche la testa a posto. 'Orgoglio e pregiudizi" (LaPresse/PA)

  • Djokovic e Murray: acciaccati, delusi e sconfitti. I due grandi protagonisti del 2016 sono state le delusioni del 2017. Fra i due meglio Djokovic, in grado di ripartire da una solida base Agassi-Stepanek nel 2018. Il futuro di Murray è incerto. 'Scomparsi' (LaPresse/PA)

    Djokovic e Murray: acciaccati, delusi e sconfitti. I due grandi protagonisti del 2016 sono state le delusioni del 2017. Fra i due meglio Djokovic, in grado di ripartire da una solida base Agassi-Stepanek nel 2018. Il futuro di Murray è incerto. 'Scomparsi' (LaPresse/PA)

  • Nishikori: al giapponese interessa giocare, non vincere. Non c'è altra spiegazione. Sembra sempre sul punto di fare il salto di qualità ma si ferma sempre prima del traguardo. L'infortunio al polso ha fatto il resto.

    Nishikori: al giapponese interessa giocare, non vincere. Non c'è altra spiegazione. Sembra sempre sul punto di fare il salto di qualità ma si ferma sempre prima del traguardo. L'infortunio al polso ha fatto il resto. "Talento a metà" (LaPresse/Xinhua)

  • Nastase: insulti razzisti e sessisti, ban, squalifiche, entrate di soppiatto nei tornei e una magra figura che rischia di compromettere definitivamente la sua immagine nel mondo del tennis.

    Nastase: insulti razzisti e sessisti, ban, squalifiche, entrate di soppiatto nei tornei e una magra figura che rischia di compromettere definitivamente la sua immagine nel mondo del tennis. "Top dei Flop" (LaPresse/PA)

/

La stagione del tennis è terminata da un pezzo, ma con la fine del 2017 è tempo di bilanci: ecco Top e Flop dell’anno ATP appena concluso

La stagione tennistica è già terminata da un pezzo e con la fine dell’anno, è tempo di guardarsi indietro e trarre le somme di quando accaduto nel 2017. Quanti cambiamenti rispetto all’anno scorso! Il più importante è sicuramente al vertice. Gli acciaccati Federer e Nadal sono tornati col botto, dimostrando di essere ancora campioni, nonostante gli infortuni e l’età che avanza. Come fosse una sorta di contrappasso invece, i protagonisti del 2016, Djokovic e Murray, sono incredibilmente crollati. Tanti giovani si sono messi in luce, tanti cambiamenti nella top 10, qualcuno ha fatto pace con se stesso ed è tornato al top, qualcun’altro ha fatto la guerra con gli infortuni e sarà rimandato al 2018. Per scoprire i Top e Flop del 2017, date un’occhiata alla nostra gallery.

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery