Moto2 – Umiltà e sorrisi, il party a Babbucce è tutto per Morbidelli: “ho iniziato a pensare a questa festa dall’Australia, ma…” [FOTO e VIDEO]

  • credits Twitter @francomorbidellifan

    credits Twitter @francomorbidellifan

  • credits Instagram @morbidelli_fanclub_by_cristina

    credits Instagram @morbidelli_fanclub_by_cristina

  • credits Instagram @morbidelli_fanclub_by_cristina

    credits Instagram @morbidelli_fanclub_by_cristina

  • credits Instagram @morbidelli_fanclub_by_cristina

    credits Instagram @morbidelli_fanclub_by_cristina

/

Altro che Cervera! La festa del sabato sera è tutta a Babbucce per Franco Morbidelli

Così come a Cervera, anche a Babbucce, a Tavullia, si è tenuta ieri una festa speciale: in Spagna tutti in piazza a celebrare Marc Marquez, mentre in Italia si è svolta una festicciola più intima e umile così come è umile il festeggiato, Franco Morbidelli, nonostante il suo titolo di campione del mondo. Sorrisone in bella vista, insieme ai suoi boccoli e tanta semplicità per il campione di Moto2 davanti ai suoi amici e tifosi. A presentare la serata il commentatore di Sky, amico dei piloti, che frequenta spesso il Ranch di Tavullia, Mauro Sanchini. Emozionato e felicissimo, Morbidelli, non si è montato la testa dopo la vittoria del titolo:

“festeggiare qui ha un sapore speciale per me e mi riempie di gioia: abito proprio in questa via, là in fondo. In questi pochi metri ho fatto tutto quello che c’era da fare per un ragazzino: prima la bici, poi il motorino, quindi la minimoto. Sono anche caduto tante volte su questo pezzo d’asfalto. Mi piace vedere tanti bambini qui, con il numero 21 stampato sulla bandiera: quando sei piccolo, un pilota ti sembra una specie di super eroe e io spero di esserlo per tutti loro. Ho cominciato a pensare a questa festa dopo l’Australia. Mentre ero in volo, sull’areo per la Malesia, facevo un sacco di calcoli su quanto mi sarebbe servito per diventare campione a Sepang. Poi mi son detto “Basta Franco, se entri nel tunnel e finita”. E non ho pensato più a niente. Poi Luthi si e fatto male e sono diventato campione prima di correre. È stato strano, lì per lì non sapevo cosa fare, non avevo nemmeno una moto sotto per impennare. Mi è mancato vincerlo sul traguardo e spero di avere un’altra occasione nella vita perché questo accada

FotoGallery