Tiro con l’Arco: giornata perfetta dell’Italia ai Campionati Mondiali Para-Archery [FOTO]

  • Credits: World Archery

    Credits: World Archery

  • Credits: World Archery

    Credits: World Archery

  • Credits: World Archery

    Credits: World Archery

  • Credits: World Archery

    Credits: World Archery

  • Credits: World Archery

    Credits: World Archery

/

Ai Campionati Mondiali Para-Archery, l’Italia conquista nella seconda giornata sei finali a squadre 2 valide per l’oro e tre per il bronzo

Credits: World Archery

L’Italia conquista sei finali a squadre nella seconda giornata dei Campionati Mondiali Para-Archery di Pechino: 2 per l’oro e tre per il bronzo. Il mixed team ricurvo composto da Elisabetta Mijno e Stefano Travisani in finale per l’oro col Brasile. Il trio compound maschile con Simonelli, Cancelli e Bonacina per il titolo iridato con l’Iran. Impresa di Alberto Simonelli ed Eleonora Sarti nel misto compound: gli atleti delle Fiamme Azzurre realizzano il record del mondo sulle 15 frecce (158 punti sui 160 disponibili nel match dei quarti di finale) e tireranno per il bronzo con la Gran Bretagna. Finale per il bronzo anche per il trio ricurvo femminile (Mijno, Floreno, Rosada) con l’Iran, per la squadra compound donne (Pesci, Sarti, Virgilio) con la Russia e per il W1 maschile (Azzolini, Cassiani, Demetrico) con la Corea del Sud.

Continua con grandi risultati l’avventura dell’Italia ai Campionati Mondiali Para-Archery di Pechino. Gli azzurri conquistano sei finali di cui due per l’oro e quattro per il bronzo, le sfide sono in programma tra sabato e domenica. Grande impresa del mixed team compound formato da Alberto Simonelli ed Eleonora Sarti che firmano il record del mondo sulle 15 frecce con 158 punti.

Credits: World Archery

SIMONELLI-SARTI: RECORD DEL MONDO E FINALE PER IL BRONZO – I due assi del compound azzurri Alberto Simonelli ed Eleonora Sarti mettono a referto il record del mondo sulle 15 frecce ai quarti di finale delle sfide mixed team compound con uno strabiliante 158 utile a superare la Corea del Sud (Kim-Lee), ferma a 145. Dopo il successo 155-148 sulla Spagna (Rodriguez Gonzalez-Rubio), i due azzurri vengono sconfitti in semifinale dalla Russia (Artakhinova-Kozlov) 154-148 e si giocheranno il bronzo contro la Gran Bretagna (Pine-Walker).

MIJNO-TRAVISANI PER L’ORO – Elisabetta Mijno e Stefano Travisani tireranno la finale per l’oro mixed team arco olimpico contro il Brasile (Corsero-Silva-Carvalho). I due azzurri vincono tutte le sfide di oggi, 6-2 con il Giappone (Shigesada-Ueyama), 6-2 con la Repubblica Ceca (Kostal-Sidkova) e infine eliminano 5-1 l’Iran (Nemati-Jalalipour).

LE RAGAZZE DELL’OLIMPICO PER IL BRONZO
 – Elisabetta Mijno, Annalisa Rosada e Veronica Floreno conquistano la finale per il bronzo arco olimpico femminile dove sfideranno l’Iran di Delkhosh, Nemati e Rahimi Ghahderijani dopo aver perso la semifinale con la Russia (Barantseva, Batorova, Sidorenko) 6-0.

IL TRIO DEL COMPOUND PER L’ORO
 – Nessuno ferma Alberto Simonelli, Giampaolo Cancelli e Matteo Bonacina ai Mondiali di Pechino. La squadra compound maschile vince 231-221 con la Polonia (Dudka, Kornatowski, Piotrowski), 224-207 con l’India (Gautam, Swami, Tarif) e 231-224 con la Russia (Gatin, Khamindaev, Kozlov) conquistando così la finale per l’oro con l’Iran (Biabani, Manshaezadeh, Nori).

SARTI, VIRGILIO E PESCI PER IL BRONZO –La squadra compound femminile raggiunge la finale per il bronzo ai Mondiali di Pechino. Eleonora Sarti, Giulia Pesci e Maria Andrea Virigilio battono 220-208 la Corea del Sud (Jeong, Kim, Yu), perdono con l’Iran (Abbaspour, Asgari, Shir Mohammadi) 228-208 e affronteranno la Russia (Alekseeva, Andrievskaia, Artakhinova) per il terzo posto.

FINALE PER IL BRONZO PER I W1
 – Approdano alla sfida per il bronzo anche Fabio Azzolini, Daniele Cassiani e Salvatore Demetrico nel W1. Gli azzurri vincono 208-144 la Cina (Li, Liu Zhang), perdono 215-198 con la Turchia (Asik, Aydin, Yenier) e affronteranno in finale per il terzo gradino del podio la Corea del Sud (Jang, Kim, Koo).

MIXED TEAM W1 ELIMINATO
 – La coppia azzurra Pellizzari-Cassiani conclude sesta la qualifica (1192 punti) e viene eliminata al primo turno 138-123 dalla Russia (Krutova-Meshkov).

GLI UOMINI DELL’ARCO OLIMPICO FUORI AI QUARTI 
– Termina al primo scontro diretto di oggi l’avventura mondiale del terzetto dell’arco olimpico Stefano Travisani, Roberto Airoldi e Fabio Tomasulo. Gli azzurri vengono sconfitti 5-1 dalla Polonia (Daleszynski, Kapusta e Sawicki).

I RISULTATI DEL COMPOUND FEMMINILE INDIVIDUALE – Le qualifiche regalano all’Italia tre passaggi del turno evitando il primo scontro diretto. Tutte le azzurre sono quindi già ai sedicesimi e restano in gara per un posto sul podio. La migliore dopo le 72 frecce è la campionessa in carica Eleonora Sarti che si assesta in terza posizione con 681 punti. Ottime prove anche per Maria Andrea Virgilio, undicesima (672), e per Giulia Pesci, quattordicesima (669). Questi gli accoppiamenti per gli scontri diretti: Pesci-Hui Li (CHN), Viriglio-Phoebe Pine (GBR) e Sarti-Karina Granita (GER).

I RISULTATI DEL W1 INDIVIDUALE–
 Frecce di qualifica nella notte italiana anche per il W1. Gli azzurri si posizionano così: Daniele Cassiani tredicesimo (627), Salvatore Demetrico diciannovesimo (594) e Fabio Azzolini ventiduesimo (567). Il primo se la vedrà con il padrone di casa Tianxin Zhang, il secondo con il ceco Karel Davidek e il terzo con il russo Konstantin Donskoi. Ottava posizione, primato italiano e record personale per Asia Pellizzari con 565 punti all’esordio in un Mondiale. La giovanissima azzurra al primo turno affronterà la statunitense Lisa Corryel.

FotoGallery