Francesco Gavazzi a SportFair: “al Lombardia ce la giocheremo con l’Astana di Aru e la Bahrain Merida di Nibali”

/

Francesco Gavazzi, corridore dell’Androni Sidermec, crede nelle capacità della squadra. Il team diretto da Gianni Savio può giocarsi le possibilità a Il Lombardia

Francesco Gavazzi ieri alla Coppa SabatiniGp di Peccioli ha chiuso in terza posizione dietro ad Andrea Pasqualon della Wanty Groupe Gobert e Sonny Colbrelli. Per l’Androni Sidermec è l’ennesimo podio in questa ciclismo cup, ma l’intero roster sta guadagnando preziosi punti in classifica. Manca pochissimo infatti alla conclusione della competizione (3 corse) e il team diretto da Gianni Savio è vicinissimo alla vittoria della Ciclismo Cup che darà il pass per il Giro d’Italia 2018. Ecco la nostra intervista a Francesco Gavazzi:

Come ti sei preparato per queste corse italiane?

“Con tutta la squadra siamo andati a fare un stage in altura a Livigno dall’ultima settimana di agosto alla prima di settembre. Abbiamo realizzato un buon carico di lavoro e adesso siamo al top della forma”. 

Come sono stati gli ultimi metri del Gp di Peccioli?

“È stato un arrivo adatto a me. L’ultimo chilometro era in salita e ai 500 metri è partito Visconti, mentre io ho seguito il mio compagno di squadra Mattia Cattaneo. Ai 300 metri Pasqualon ha anticipato me e Colbrelli e all’ultima curva siamo arrivati all’arrivo”. 

L’Androni Sidermec è ad un passo dalla conquista della Ciclismo Cup. Sei soddisfatto di questa stagione?

“La squadra ha lavorato bene. In tutto l’arco della stagione abbiamo dimostrato di essere la squadra Professional italiana più forte e di meritare la convocazione al Giro d’Italia che era l’obiettivo di questa stagione. Io invece ho preso tanti piazzamenti ma non sono riuscito a vincere, però so che ho lavorato molto e dato un valido contributo per questa edizione della Ciclismo Cup. Spero di poter vincere prossimamente”.

Quali sono le gare più congeniali per te?

“Sicuramente delle corse che farò sarà la Tre Valli. L’anno scorso ho fatto terzo e posso esprimermi al mio massimo. Una bella gara è il Gp Beghelli, mentre al Lombardia sarò di supporto perché è troppo difficile”.

L’Androni Sidermec è in grado di contrastare squadre come Astana e Bahrain Merida al Lombardia?

“Come squadra possiamo giocarci le nostre carte con Bernal e Cattaneo che sono forti. Battere Aru e Nibali è molto difficile, però possiamo giocarci le nostre possibilità. Noi potremmo mandare un uomo in fuga e supportare i capitani il più possibile. Battere i grandi campioni in queste corse è davvero difficile”. 

Valuta questo articolo

Nessun voto.
Please wait...


FotoGallery